Ciao, per interagire con noi registrati o accedi al forum. Se vuoi rimanere aggiornato

Per provare emozioni che una normale attrazione non ti può dare!
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#190450 Siccome si è iscritto un esperto, e dato che io a breve darò un esame al riguardo :mrgreen: :mrgreen: vorrei che parlassimo un attimo del verde dei vari parchi.
Studiando Storia del Giardino ho ripercorso un po' le varie tappe del giardino italiano e soprattutto veneto. Le scelte nel parco (mi riferisco a Gardaland) sono soprattutto basate sulla volontà di stupire e impressionare. I fiori sono scelti per i colori e sono presenti moltissimi Bossi Topiati... La differenza è evidentissima con i parchi inglesi che ho avuto modo di vedere , mi riferisco ad Alton Park, dove si nota in modo preponderante l'influenza del giardino anglo-cinese del 700.

AleMonte che ne pensi ? Quale organizzazione preferisci?
Avatar utente
Messaggio Da alemonte86
#190455 oh che bell'argomento. CI PIACE!! :D dunque diciamo che a me come stile di base amo e adoro quello inglese e inglese-campagna...lo stile italiano e francese è troppo formale...a Gardaland ad esempio c'è un giusto mix delle cose dato dal fatto che si ricreano vari ambienti scenografici e quindi vari stili. Per quanto riguarda l'arte topiaria presente a Gardaland è da precisare che l'uso del Bosso è ormai rara come scelta..(troppo lento nella crescita e facile preda di parassiti) a Gardaland infatti per i loro simpatici "oggetti" verdi usano delle piccolissime piantine dal fogliame o verde o rosso che vengono direttamente piantate sul margine della figura da coprire...una rapido e veloce metodo ...tutte cose che ad un parco divertimenti servono. La differenza con i grandi parchi come Disneyland sta sicuramente nel fatto che a Gardaland non ci sono serre per riprodurre in casa le piante... e quindi si comprano direttamente. Non ho avuto modo purtroppo di visitare altri parchi divertimenti internazionali, ma se vogliamo soffermarci su un tipico parco italiano dove l'uso del bosso la fa da padrone beh direi che l'Italia in miniatura è l'esempio lampante :)
Sinceramente mi piacerebbe che la gestione merlin inglese oltre che portaree scelte sulle attrazioni più o meno positive...portasse anche lo stile particolare che solo gli inglese/americani (secondo me) hanno per il giardino :)
Ultima modifica di alemonte86 il mar gen 11, 2011 2:43 pm, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#190457 Secondo me il giardino anglo-cinese di Alton è uno spettacolo, il castello contribuisce a calarti in un atmosfera unica, e non è da dimenticare che il terreno rimane cos'ì com'è, senza livellamenti. Ci sono i tempietti, e tutti gli elementi tipici del paesaggistico.
Gardlanad ha poco spazio, e nonostante sia osannata per il suo verde , l'ha limitato troppo a puro formalismo "rinascimentale". Sicuramente sono carine le aiuole, ma il parco non ha saputo valorizzare nemmeno uno dei declivi presenti. Insomma, mi sembra il tipico esempio della famigliola che ha poco spazio e che nel suo giardinetto cerca di mettere tutto di tutto.

Vabbè poi ci sarebbe da fare un discorso sui parchi della florida "tropicali", ma li penso non ci sia una progettazione vera e propria (c'è sicuramente ella scelta delle specie) , ma per il resto si vuole creare l'effetto "foresta" (Bush Garden / SeaWorld).

Gli elementi di Alton :
Immagine

Immagine

Immagine
Avatar utente
Messaggio Da alemonte86
#190460 Eh già..concordo su ciò che dici riguardo gardaland...purtroppo si è sviluppata in quegli anni in cui in Italia bisognava per forza avere un pino, un abete o un cedro in giardino...in cui tutto si buttava a casaccio (e ancora oggi succede) e dove non c'era la visione futura di ciò che comportavano certe scelte...il verde in Italia è visto sempre come un qualcosa di aggiuntivo e non il fulcro su cui poi poter lavorarci attorno....prima ci va la casa e poi..se ci sono i soldi..si mette il verde. Poca progettazione e poca logica. E su questo molti architetti purtroppo (spero non me ne vorranno) son i maestri.
A Gardaland adoro la vegetazione inserita in jungle rapids e in Fuga da Atlantide (belle sono le lonicere i bambù le piante erbacee gli hemerocallis ecc ecc)
Avatar utente
Messaggio Da Mallory
#190463 Per i profani, potreste mettere delle immagini rappresentative del giardino italiano/francese e di quello anglo/cinese?
Anche non all'interno dei parchi, purchè siano evidenti le differenze. Grazie! :D
Messaggio Da Gico
#190464 Ecco brava Mallory :)
Io sono a zero in questo argomento...

Una domandina però... e le luci? Valorizzano il verde o no? Se sì in che modo? come posizionarle? Creano problemi alle piante?
Sapete... sono un fan dell'illuminazione tamarra tipo:

Immagine
Avatar utente
Messaggio Da alemonte86
#190471 per quanto riguarda la domanda posta da Gico c'è da dire che:
1- l'illuminazione nei giardini e nei parchi valorizza sicuramente determinati luoghi del percorso o determinati elementi vegetali o architettonici e anche fontane e laghetti
2-le radici della piante potrebbero creare dei problemi ai cavi sotterranei se non è progettata in modo adeguato
3-la luce non crea problemi alle piante al massimo favorisce la fotosintesi di notte alla parte dell'albero in cui riceve la luce
Messaggio Da Gico
#190477 E come si fa per esempio a non far sì che le radici degli alberi spacchino le strade (vedi Roma) o le piazze (in bicocca è tutto dissestato ormai)? Devi metterci dei vasi sottoterra? Usi piante che abbiano radici che vanno a fondo piuttosto che di lato?
Tipo Gardaland, le piante che ha, non spaccano le mattonelle varie ecc. come mai?
Avatar utente
Messaggio Da dodo1
#190484 Questo argomento mi interessa e non poco, ma non legato ai parchi aimhè..anche se non mi dispiace parlarne, ma più per quanto riguarda il futuro giardino che dovrò "organizzare"
Quali piante preferite o sarebbe meglio usare per una siepe? Personalmente adoro il ligustro e anche la Pyracantha..anche se non mi piace che sia spinosa..
Come organizzereste lo spazio in un quandrato, considerando la voglia di introdurci un gazebo?!
Scusate il leggero l'OT
Messaggio Da Gico
#190485 Sono curioso pure io :)
Facciamo un progettino online del tuo giardino con foto, ipotesi ecc. XD XD ehehehe sarebbe bello :D
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#190489 Io però a differenza di Alemonte dividerei il giardino italiano propriamente detto (formale cinquecentesco) da quello settecentesco francese che non è proprio la stessa cosa. Cmq per il giardino inglese potete vedere quello di Alton, o quelli postati di Alemonte.

Diciamo che in soldoni i caratteri del giardino formale rinascimentale sono :
-siepi topiate
-aiuole con fiori colorati
-statue disperse qua e la ( romane /classiche)
-geometria di tutto il giardino diviso in quadrettoni elaborati


Immagine

Giardino giusti di Verona ( è riconoscibile l'arte topiata dei cespugli ( le piante non so riconoscerle credo bosso) )

Ecco un altro esempio (sempre topiari arzigogolati e geometrici ) Immagine


Per il giardino francese invece si hanno le caratteristiche broderies di gramigna

Immagine
(non ho trovato un immagine piu calzante cmq si tratta di versailles

E infine il giardino anglo-cinese :
-declivi naturali
-ruscelletti sinuosi e cascatelle
-piante MAI topiate e "al naturale"
-laghetti sulle cui sponde si riconoscono tempietti (insomma in stile Jane Austen)
-presenza di pagode o elementi cinesi
-presenza di elementi medievali (tipo il castello di Alton :lol: )

Chiarito un po le idee? (e fatto anche un megaripassone pre esame :lol: )
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#190491 Ah dimenticavo... nel giardino formale c'è il labirinto sia univiario ( si va in un unica direzione come nbel labirinto di Alice a Disneyland) che IrrGarten (ossia quello che ti perdi e non trovi l'uscita :lol: )

Nel giardino paesaggistico /inglese / anglocinese non esistono labirinti ... un esempio di un giardino inglese famosissimo è Cheswick

LA foto non rende una cippa

Immagine
qui c'è il tempietto neoclassico e c'è pure l'obelisco "illuminista"
Avatar utente
Messaggio Da alemonte86
#190494 Gico:
Per quanto riguarda gli alberi di Roma c'è da considerare che sono prevalentemente Pini marittimi e domestici (uso i nomi comuni così che possiate capire prima di che pianta parlo), la caratteristica di quasi tutte le conifere è quella di avere radici superficiali e quindi di riuscire ad alzare i san pietrini e il manto stradale, ma non sono le uniche piante a crear danni...gli stessi platani, i pioppi o i bagolari creano o possono creare dei danni. Tutto sta nella scelta di base...scegliendo piante (prevalentemente latifoglie) con radici profonde si può ovviare al problema. E' da ricordare inoltre che lo scopo iniziale delle alberature stradali era quello di raffreddare il terreno oltre a quello (in caso di pendenze elevate) di mantenere il terreno ancorato grazie alle radici stesse delle piante. Non vanno usati "vasi sotterranei", ma semplicemente scelta la pianta giusta.
Le piante utilizzate prevalentemente da Gardaland non sono conifere ma latifoglie, anche se ovviamente nella zona di rio bravo si possono notare mattonelle sollevate perchè è una zona ricca di conifere.

dodo1:
la siepe la preferisci formale (monospecie) od informale?
per la progettazione di un giardino bisogna tener in considerazione molti fattori...misure, orientamento, giacitura e struttura/tessitura del terreno, ph e l'uso che se ne farà

Hermy:
beh direi che sei preparatissima per l'esame e si vede che stai studiando..ovviamente il giardino italiano barocco che ho postato nelle foto era solo un esempio a grandi linee se entriamo in dettaglio di cose ce ne son molte da dire :)

E' piacevole comunque sapere che un argomento del genere interessa a molte persone. Bravi ragazzi e ragazze :D
Messaggio Da Gico
#190497 Scusa, ma quindi queste piante in piazza ateneo della bicocca http://www.milano-web.it/public/teen-cl ... icocca.jpg sono latifoglie? Perché ad oggi (dopo 10 anni) tutte le mattonelle sono distrutte.
E la scelta di piante sbagliate da parte dei progettisti deriva da ignoranza dell'argomento quindi?

Infine, qualcuno riesce magari a postare pure i progetti di renzo piano per Milano e magari a commentarli (io non lo riesco più a trovare)? se erano giusti, se la scelta delle piante poteva creare disagi (che so, alle metropolitane, alle condutture di acqua, gas, ecc.) perché so che ci fu a suo tempo un po' di polemica su questo argomento..