Ciao, per interagire con noi registrati o accedi al forum. Se vuoi rimanere aggiornato

Cinema, Musica, TV, Arte...e tutto ciò che rientra nell'intrattenimento culturale (e non)
Avatar utente
Messaggio Da Artea
#349203 Alla fine sono riuscito a vederlo ieri sera. Devo dire che nel contesto del suo genere risulta molto gradevole.
Il brand di King Kong è di base una rivisitazione de "la bella e la bestia", ma in questo caso i ruoli sono invertiti, nel senso che il protagonista assoluto del film è "la bestia", mentre gli umani, compresa "la bella", scivolano in secondo piano.
Siamo innanzitutto a casa di Kong, un isola dove lui è il re, un isola che ricorda la spettacolare pericolosità della prima Jurassic island. La trashissima e presuntuosa razza americana anni 70 in fuga dal Vietnam, appena sbarca sull'isola, viene riportata letteralmente con i piedi per terra, in una sequenza aerea (tributo all'originale) davvero bene fatta, sia nella dinamica dello scontro che nella CGI, ma soprattutto nella colonna sonora.
Gli abitanti dell'isola, nel loro mutismo rispettoso ben definisco il ruolo ai cui possono ambire gli umani nello scacchiere dell'isola, poco più che mere comparse al cospetto di forze devastanti.
Come è lecito aspettarsi gli invasori, finiscono per perire nelle maniere più disparate, alcune sono ben realizzate e contribuisco a dare credibilità e pericolosità all'isola, altre, forse troppe, sono davvero esagerate e per questo un po' stonano.

Capisco la difficoltà di alzare sempre di più il livello di stupore e di ansia nello spettatore, ma quando esageri la tensione inevitabilmente si rompe.
Senza spoilerare, mi riferisco alla scena della macchina fotografica che continua ad emettere flash. Non tanto perchè assolutamente poco plausibile, quanto piuttosto perchè superflua, sarebbe bastata la foschia e qualche brontolio per ottenere suspence....

La fotografia in generale è molto bella di giorno, complice la collocazione temporale negli anni 70, di notte invece risultano eccessivi e ancora totalmente superflui alcuni ricorsi alla cgi nel cielo, molto meglio le scene con la nebbia.

Apprezzabile la poca pretesa di caricare il film di significati e riflessioni sui temi più profondi, la scatola non è vuota si intende, ma il regista e gli sceneggiatori per fortuna non si prendono troppo sul serio e decidono di appoggiarsi a diversi luoghi comuni e personaggi prestampati senza la pretesa di comunicarci chissà quale verità.
Non è Avatar, per intendersi...

Chiudo con The King: contestualizzato nel suo regno risulta credibile, espressivo ma mai stucchevole, diversamente per esempio da Gozilla. Questa discriminate, per quanto basica, è di fondamentale importanza nello sviluppo della trama. Non è importante da dove viene, ma cosa fa e perchè lo fa, altrimenti ti riduci solo a qualcosa che mangia e distrugge.

Lui, invece, regna.
Avatar utente
Messaggio Da Shyamanuel
#349206 Copio quanto ho scritto su facebook riguardo il film dopo la visione di ieri sera

Lasciate ogni speranza voi che vedrete il film con occhio critico. Non ci sarebbe scampo sotto alcun aspetto del genere storia, sceneggiatura, caratterizzazione personaggi, originalità. È puro intrattenimento, non ci hanno nemmeno provato ad inventarsi qualcosa di nuovo, se desiderate personaggi stereotipati al massimo (salvo solo il personaggio di Reilly) qui avrete di che sbizzarrirvi.
Ma non serve accanirsi contro questi punti, a noi interessa il pop-corn movie, e allora la storia cambia. Effetti speciali da brivido, fotografia mozzafiato, combattimenti all'ultimo ruggito, piede puntato sull'acceleratore e al nostro adolescente interiore che di tanto in tanto vogliamo far saltare fuori può bastare così.
E il monster movie è servito.

Aggiungo di rimanere OBBLIGATORIAMENTE fino alla fine dei titoli di coda.
Avatar utente
Messaggio Da lore1991
#350365 Ieri ho visto "La cura dal benessere", e devo dire che lo trovo una grande occasione mancata.

Il film tiene benissimo fino a 20 minuti prima della fine ed è intrigantissimo tra atmosfere cupe e storia torbida e che non fa capire dove vuole andare a parare, lasciando quindi alta l'attenzione. Peccato che proprio alla fine scada in vacca completa con il barone-terminator e la spiegazione generale di tutto. Se avessero trovato un'altra motivazione al perchè venisse fatta la cura ed al funzionamento del distillato che bevono quelli lì (invece che appunto del banale elisir di lunga vita e dell'ancor più banale barone di 200 anni che vuole prendersi la rivincita e creare la stirpe pura ingravidando la figlia) sarebbe stato un filmone secondo me. Già se il tizio era un discendente che voleva ricalcare le orme dell'antenato mi sarebbe andato meglio (altrettanto banale ma almeno ci evitava la parte alla terminator), ma sono sicuro che gli sceneggiatori avrebbero potuto trovare qualcos'altro da scrivere di molto più intrigante. Così com'è invece purtroppo alla fine scade abbastanza nel clichè ed anche un po' nel ridicolo, ed è un vero peccato perchè appunto fino a 20 minuti prima della fine secondo me è intrigantissimo.
Avatar utente
Messaggio Da Stonem
#350491 Sono felice! Finalmente ho trovato la data di uscita in Italia di "A monster calls", titolo in italiano "7 minuti dopo la mezzanotte" basato sul romanzo uscito nel 2012, qui link e recensioni https://www.ibs.it/sette-minuti-dopo-me ... 8804616658
Il film uscirà il 18 maggio di quest'anno :D L'ho già visto al cinema in spagnolo lo scorso anno, e non vedo l'ora di rivederlo! Ormai avevo perso le speranze, pensavo non sarebbe più uscito in Italia.
Il film è struggente, ma delicato. Tratta temi difficili, parla delle verità che nascondiamo dentro di noi e di come sia difficile guardare la vita in faccia a volte, ma ancora peggio lo fa tramite gli occhi di un bambino che l'unica cosa che dovrebbe è godersi la sua infanzia, ma è stato portato a crescere troppo frettolosamente.
Il contrasto tra la vita adulta e quella di un bambino è mostrato tramite la fantascienza.. e l'incarnazione di questo "amico/mostro", mostrando il divario dall'immaginazione e mondo magico tipico dell'infanzia e la durezza della vita reale. (ricorda molto il Labirinto del fauno per chi l'ha visto, un altro grandissimo capolavoro, uno dei miei film preferiti.)
Io solo vedendo il trailer ripenso alle scene del film e piango, ma sono felice. Non vedevo l'ora di rivederlo.. <3
Non trovo un trailer italiano quindi metterò quello in inglese.
Avatar utente
Messaggio Da Stonem
#351061 Finalmente è uscito anche in Italia a Monster Calls, tradotto (titolo molto azzeccato secondo me) Sette minuti dopo la mezzanotte! :D
Non ho mai visto pubblicità, quindi non so quanto successo avrà. In Spagna era al primo posto in tutte le classifiche! L'hanno visto davvero tutti!
Comunque io tornerei volentieri al cinema a vederlo, è uno di quei film che mi è rimasto.. qualcuno vuole andare ? :) Ci si può organizzare :D
Avatar utente
Messaggio Da SimGy
#351248 Pirati dei Caraibi - la Vendetta di Salazar.
Ne avevo sentito elogi che lo definivano il secondo film migliore della saga, dopo il primo, ma per me é stata una grande delusione. Aldilà della grafica, che resta l'unica cosa degna di nota, il film é lento, intrattiene ma c'è pochissimo sviluppo narrativo. I personaggi vecchi ormai sono l'ombra di se stessi: Jack Sparrow, da pirata ironico ma astuto, é diventato inutile e fastidioso (e con battute a sfondo sessuale inutili e ridondanti), Will Turner e Elizabeth appaiono per 30 secondi, persino Barbossa non mi ha detto niente, nemmeno SPOILER-> quando si sacrifica sul finale. Salazar é utile per spiegare il passato di Jack Sparrow, che però ha un incongruenza mostruosa SPOILER-> riguardo alla bussola che qui viene presa ad un marinaio, mentre dovrebbe essere stata Tia Dalma a consegnarla. La scena dopo i titoli di coda, poi, allucinante.
Avatar utente
Messaggio Da peppe2994
#351250 Non concordo su niente :D

Per me è stato particolarmente piacevole, più che altro perché non si prende troppo sul serio come i primi tre con quell'area estremamente dark ma altrettanto affascinante.
Ho riso dall'inizio alla fine. Era necessario un cambio di regia per dare nuova vita alla saga, si spera.

Invece andate a vedere Wonder Woman. Primo film valido della DC.