Ciao, per interagire con noi registrati o accedi al forum. Se vuoi rimanere aggiornato

Cinema, Musica, TV, Arte...e tutto ciò che rientra nell'intrattenimento culturale (e non)
Avatar utente
Messaggio Da lelerossi
#161907
L'Aquila, 5 mar. - “La candidatura di Roma ad ospitare i Giochi olimpici del 2020 è per L’Aquila un grande sogno, per il ruolo che si spera la città possa ricoprire tra 10 anni”. Lo ha detto il sindaco de L’Aquila, Massimo Cialente, nel corso della presentazione del dossier della città di Roma come candidata alle Olimpiadi del 2020.

“Spero che questa candidatura abbia successo” ha quindi aggiunto il primo cittadino del capoluogo abruzzese, sottolineando il rapporto strettissimo che Roma ha avuto con L’Aquila dopo il terremoto.

“Roma in questi 11 mesi terribili per L’Aquila è stata una città sorella, ci è stata vicinissima e per questo ringrazio il sindaco Alemanno. Il fatto - ha affermato Cialente - che L’Aquila possa ricoprire un ruolo per le Olimpiadi del 2020 (la cittadina dovrebbe ospitare alcuni match del torneo di calcio maschile e femminile, Ndr) mi riempie d’orgoglio e spero che questa corsa arrivi al termine per due motivi: L’Aquila è una città distrutta e tra tanta disperazione abbiamo bisogno di obiettivi e aspettative; quello di poter partecipare alla candidatura di Roma è un grande obiettivo per la nostra gente”.

Cialente, prima di concludere il proprio intervento nel corso della presentazione che si sta svolgendo all’Auditorium Parco della Musica di Roma, ha poi sottolineato che L’Aquila “nel corso del G8 ha mostrato tutte le sue ferite. Il mio sogno è che tra 10 anni l’Italia dimostri come ha saputo ricostruire questa città, riconsegnandola a tutti i cittadini, all’Europa e al mondo”.


La candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2020 incassa il sostegno di Londra, i Giochi li ospiterà nel 2012. Ne dà notizia il sindaco Gianni Alemanno, oggi in missione nella capitale britannica dal suo omologo londinese, Boris Johnson.

"L'appoggio di Londra è particolarmente importante perché serve a capire gli elementi vincenti che hanno portato loro a conquistare i giochi del 2012. Io poi ho invitato il sindaco Johnson a Roma quando l'ambasciata britannica farà un evento per presentare all'Italia le Olimpiadi del 2012 e in quella occasione potremmo fare un grande convegno approfondito per confrontare le diverse esperienze olimpiche. Noi sappiamo che le candidature europee si alternano a quelle extraeuropee (nel 2016 i Giochi si disputeranno a Rio, ndr). C'è quindi continuità tra Londra 2012 e la candidatura di Roma per il 2020".

Quello di Londra, spiega Alemanno, "è un modello organizzativo molto significativo. Loro hanno fatto un grande sforzo per contenere i costi e seguono il modello nuovo di avere di una sede olimpica concentrata e non diffusa. Attraverso questo hanno realizzato un recupero ambientale e urbanistico. Anche noi vogliamo applicare questo modello al nostro piano d'azione”.

Già, il piano per Roma 2020. “L'idea di fondo è che nell'area principale delle Olimpiadi bisogna andarci a piedi, dal villaggio olimpico agli impianti. Punteremo su questo nei limiti delle possibilità e compatibilità partendo dal Foro Italico. Dal foro, a Roma Nord, ci sono spazi ed aree per realizzare il progetto. Saxa rubra come villaggio olimpico? Mi sembra un po’ troppo distante, forse bisognerebbe fare qualcosa di meglio. Sul destino di Tor Vergata nei prossimi giorni avremo un incontro con la commissione tecnica che sta lavorando informalmente e aspettiamo soprattutto i quesiti che il Coni darà alle città candidate".

Il duello è con Venezia. "Sicuramente noi dobbiamo utilizzare gli impianti esistenti – aggiunge il sindaco di Roma - perché è il nostro grande vantaggio competitivo. Se ci confrontiamo con Venezia, l'elemento che ci rende immediatamente più forti è che lì devono costruire tutto mentre noi abbiamo già una buona parte di impianti fatti".


http://www.2020roma.it/

http://www.venezia2020.it/
Avatar utente
Messaggio Da lelerossi
#161967 VILLAGGIO OLIMPICO DI ROMA

IL PARCO OLIMPICO

Cuore del progetto della candidatura di Roma ai Giochi del 2020 sarà il Parco Olimpico, una vasta area che comprende Saxa Rubra, Tor di Quinto, Acquacetosa, Flamini, Foro Italico e Aeroporto dell’Urbe. Molti degli impianti e delle strutture sportive ubicate in questa zona videro i Giochi del 1960 e sarà in questo grande quadrante, nelle immediate vicinanze del Centro della Città, che i Giochi del 2020 vivranno le fasi più esaltanti delle competizioni.

Il 50% degli atleti e degli spettatori si muoverà all’interno del Parco Olimpico a meno di 2 chilometri e a meno di 2 minuti dai campi di gara, potendo utilizzare percorsi stradali e pedonali, piste ciclabili, imbarcaderi sul Tevere, linee ferroviarie e metropolitane dedicate a loro.

Il Villaggio Olimpico, che ospiterà i 18.000 atleti attesi per i Giochi del 2020, sarà al centro del Parco Olimpico e permetterà alla grande Famiglia Olimpica di spostarsi rapidamente e in assoluta sicurezza dai molti campi di allenamento esistenti.

Il Parco Olimpico comprende:

 l’area di Tor di Quinto con il Villaggio Olimpico da 18.000 posti - nel quale alloggeranno anche gli ufficiali supplementari dei CNO - con l’IBC e il MPC. Sempre nell’area di Tor di Quinto si svolgeranno le gare del Tennis
 l’area del Foro Italico con lo Stadio Olimpico - per l’ Atletica e la Finale di Calcio maschile - e lo Stadio del Nuoto
 l’area dell’ Acquacetosa per il Pentathlon Moderno, l’Hockey e il Tiro con l’arco
 l’area del Flaminio con il Rugby a 7 e le semifinali e finali del Calcio femminile
 a Saxa Rubra sorgerà il Villaggio Media e ospiterà 5.000 tra giornalisti e operatori. I Media non ospitati alloggeranno negli alberghi esistenti o adiacenti al centro della Città, a non più di 6-9 minuti dal Villaggio Olimpico, dallo Stadio Olimpico, dallo Stadio del Nuoto, dall’IBC e dal MPC.

AREA SUD OVEST: LA FIERA DI ROMA

Nei padiglioni della Fiera di Roma, appositamente allestiti con tribune e strutture di servizio, nel pieno rispetto alle direttive del CIO di utilizzare impianti esistenti invece che costruirne di nuovi, verranno ospitate le gare di 12 discipline olimpiche. All’esterno delle attuali strutture fieristiche, verranno allestiti due nuovi padiglioni dedicati al Ciclismo, alla BMX e al Pugilato.
Questo l’elenco: Badminton, Ciclismo su pista e BMX, Ginnastica ritmica, Judo, Lotta, Pallamano, Pugilato (preliminari), Scherma, Sollevamento pesi, Taekwondo e Tennis tavolo; l’area dell’EUR vedrà le gare preliminari della Pallacanestro, le finali di Pugilato e il Triathlon; a Ostia la Vela e il Nuoto in acque libere. Il Ciclismo su strada, partendo dai Fori Imperiali, si svolgerà su un circuito che comprenderà i Castelli Romani.

Un terzo degli atleti e quasi il 20% degli spettatori gareggeranno e vedranno i Giochi in questa area a Sud Ovest del centro di Roma, potendosi spostare sulla rete ferroviaria e viaria già oggi esistente e per la quale sono previsti potenziamenti.

TOR VERGATA

Il progetto olimpico sfrutta ancora una volta le strutture esistenti e di alta qualità che la Città di Roma potrà offrire, utilizzando la Città dello Sport di Tor Vergata.

Il complesso sportivo è ubicato nel territorio di titolarità dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” in prossimità del casello di Roma–Sud dell’Autostrada Roma-Napoli.

Il progetto prevede la realizzazione di:
 un edificio Palanuoto (a norme FIN)
 un edificio Palasport polivalente (a norme CONI)
 una piscina scoperta (a norme FIN)
 una pista di Atletica
 parcheggi

Due Palazzi dello Sport verranno utilizzati per la Pallavolo, per la Ginnastica artistica, per il Trampolino e per le fasi finali di Pallacanestro. Il Tiro si svolgerà a Lunghezza mentre il Completo di Equitazione e la Mountain Bike si terranno ai Pratoni del Vivaro.

Inoltre:
 in Piazza di Siena si terrà l’Equitazione con il Salto Ostacoli e il Dressage
 al Circo Massimo il Beach Volley; all’Olgiata il Golf
 a Settebagni la Canoa, il Canottaggio e la Canoa Slalom
 per le fasi preliminari del torneo di Calcio sono state individuate 8 sedi tra le quali la FIFA sceglierà quelle definitive.

Immagine


A me sembra molto più realizzabile di quello di Venezia...
Avatar utente
Messaggio Da Danysan95
#161973 VEDO CHE TI INTERESSA PROPRIO TANTO QUESTO PROGETTO, DICI TUTTE LE NEWS MINUTO PER MINUTO! :lol:

edit: scusate per i caratteri tutti maiuscoli ma non mi ero accorto di aver spinto per errore bloc-maiusc.
Avatar utente
Messaggio Da lelerossi
#162002 Si, amo la storia Olimpica quanto i parchi divertimento.. So tutto quello che c' è da sapere su tutte le edizioni svolte fino ad ora, da Atene1896 a Pechino2008 e da Chamonix1924 a Vancouver2010...

intanto, ecco un' altra news, che tira un po le somme sul duello Roma-Venezia:

Olimpiadi, Roma-Venezia: un derby olimpico di 2 mesi

La forza della città eterna da un lato, la dimensione a misura d’uomo dall’altro. Il duello finale tra Roma e Venezia per il ruolo di italian candidate city per le Olimpiadi 2020 è iniziata. All’insegna del fair-play, dopo mesi di polemiche a distanza e sospetti. I sindaci Alemanno e Cacciari si sono presentati insieme al Coni per consegnare al presidente Petrucci i rispettivi dossier: un volume consistente vergato con i colori giallorossi (simbolo della città) quello di Roma, un fascicolo meno corposo ma griffato da immagini panoramiche della città quello di Venezia. Stretta di mano a favore di telecamere e fotografi e via alla sfida. Una commissione di dieci, presieduta da Petrucci, deciderà entro due mesi chi potrebbe continuare a cullare il sogno olimpico.

«La proposta della capitale gode di una sua inerzia, ma quella di Venezia ha una carica di originalità e fascino, ho fiducia che il Coni dia un giudizio sereno e motivato», così Cacciari sintetizza il rush finale delle candidature. Alemanno fa invece leva sullo spirito olimpico, sottolineando che «l’unità nazionale si compatterà sulla scelta della città fatta dal Coni». «Io voglio vincere, e per questo sceglieremo chi ci consentirà di farlo», il chiaro messaggio di Petrucci.
Roma sembra di fatto in vantaggio: il progetto «vincente e innovativo, perchè discontinuo rispetto al passato», dicono dallo staff tecnico che ha lavorato al dossier, punta sulla compattezza dei siti olimpici. Il Cio ha finora privilegiato candidature dove è prevista una maggiore concentrazione degli eventi, quella di Venezia pare forzatamente dispersiva. E poi gli impianti: Roma è più pronta rispetto alla città veneta (33 su 42 previsti nel dossier della Capitale sono già esistenti). Infine i budget: 42 milioni di euro per la candidatura di Roma, 44 per Venezia. La scelta definitiva del Cio avverrà nel luglio 2013. Ecco in dettaglio i 2 progetti, entrambi ecosostenibili.

ROMA - Alemanno ha svelato le sue carte in una presentazione-show all’Auditorium Parco della Musica tra il «Vincerò» della Turandot e un parterre illustre (campioni come Totti e la Filippi e rappresentanti dell’imprenditoria). Due i poli principali: uno a nord con il Parco olimpico, che assorbe l’area del Foro Italico con l’Olimpico, la zona dell’Acquacetosa, il Flaminio e Tor Di Quinto, pronto a ospitare il villaggio (14 minuti di distanza dai campi di gara) e i grandi centri stampa; un altro a sud-ovest dall’Eur, passando per la nuova Fiera di Roma fino al mare di Ostia. Infine Tor Vergata, con il progetto nato in vista dei mondiali di nuoto e non ancora realizzato. A fare da ossatura al quadrante olimpico nord il parco fluviale con un sistema di collegamenti alternativo di 12 chilometri. Budget operativo di 1 miliardo e 900 milioni e investimenti per 13 miliardi con migliaia di posti di lavoro e un 20% di turismo in più. Lanciato un ponte anche con L’Aquila, scelta come una delle sedi del torneo di calcio. Secondo un sondaggio, nove romani su 10 vogliono una città olimpica. Date: Olimpiadi dal 24 luglio al 9 agosto, Paralimpiadi dal 19 al 30 agosto.

VENEZIA - Cacciari ha tolto il velo al dossier all’aeroporto di Venezia. Il progetto punta su una doppia veste: permanente (73% degli impianti) e temporanea (27%). Il Quadrante, l’Anello, l’Area olimpica sono le zone concentriche dei siti veneziani. Il cuore sarà il Quadrante di Tessera, 220 ettari nella zona dell’aeroporto che ospiterà anche il nuovo stadio Olimpico da 80.000 posti e oltre il 50% delle sedi di gara. Tutti i campi di gara di Venezia, insieme al Villaggio olimpico, sono situati all’interno dell’Anello Olimpico, contenuto in un raggio di 10 km dallo stadio principale. L’Area Olimpica si completa con le due zone di gara autonome - Padova e Treviso - a pochi chilometri di distanza dal cuore dell’Anello. Budget operativo 1 miliardo e 830 milioni, «finanziato prevalentemente da fondi di natura essenzialmente commerciale». Date: Olimpiadi dal 24 luglio al 9 agosto, Paralimpiadi dal 26 agosto al 6 settembre.
Avatar utente
Messaggio Da lelerossi
#162280 [youtube]<object width="560" height="340"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/rBBQkefBSvo&hl=it_IT&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/rBBQkefBSvo&hl=it_IT&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="560" height="340"></embed></object>[/youtube]

[youtube]<object width="560" height="340"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/Hyh0kbuOGpo&hl=it_IT&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/Hyh0kbuOGpo&hl=it_IT&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="560" height="340"></embed></object>[/youtube]
Avatar utente
Messaggio Da cucciogbr
#162330 Il progetto veneziano anche se presentato meglio non mi piace particolarmente, devono puntare sulla spettacolarità dellestrutture e a parte lo stadio non mi sembra nulla di esaltante...
Roma devono cambiare assolutamente il logo
Avatar utente
Messaggio Da lelerossi
#162348 Guarda, entrambi i loghi sono provvisori, sono solo per la candidatura interna, quando ad aprile/maggio sarà scelta la candidata italiana, di sicuro verrà elaborato un nuovo logo... infatti se noti in entrambi dei due loghi mancano i 5 cerchi...
Ultima modifica di lelerossi il gio mar 11, 2010 6:04 pm, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Messaggio Da lelerossi
#162351 Olimpiade 2020, Roma è favorita. Venezia senza Villaggio stampa

Immagine

Olimpiade 2020: se si dovesse decidere in base al peso, non ci sarebbe gara. Il dossier di Roma è massiccio, articolato. Quello di Venezia molto snello, leggerino: poche paginette. La commissione valutatrice del Coni comincerà a prendere in esame le due candidature a metà marzo, ma la scelta si avrà solo verso metà maggio. Roma strafavorita. Venezia non ha previsto, e non si capisce perché, il Villaggio Media: ma non tutti i giornalisti possono permettersi gli alberghi a cinque stelle. Errore grave. A Pechino c'erano due "Media Village": uno da 6000 stanze, l'altro da 1000. Roma, nel suo dossier, ha previsto un Villaggio per i giornalisti da 5-6000 posti nell'area olimpica di Saxa Rubra, vicino all'Olimpico e alle piscine. Altri sono i motivi per cui la bilancia pende a favore della Capitale. Pochi impianti da costruire, ad esempio, e in una zona abbastanza raccolta. Venezia ad esempio ha previsto che l'hotel della "famiglia olimpica" sia a 18 chilometri dal polo olimpico di tessera, Roma (hotel a Monte Mario, della stessa catena di quello veneto) molto vicino al Foro Italico. Piccole cose, magari, che però al Cio tengono in considerazione. Così come tengono in considerazione i giornalisti, migliaia, che arrivano da ogni parte del mondo. Decisione finale del Cio, nel 2013: voteranno in 115. Secondo Gianni Petrucci e Franco Carraro la città italiana prescelta avrà buone chance. Intorno al 25%. Forse qualcosa in più. "Difficile, insomma, ma non impossibile farcela". Tokyo, forse, la rivale più pericolosa. In Europa, al momento, non si vedono all'orizzonte grandi candidature.

La Repubblica.it 9/03/2010
Avatar utente
Messaggio Da lelerossi
#162492 OLIMPIADI 2020, PETRUCCI: SONO STATO REALISTA CON CACCIARI

"Sono stato realista con il sindaco di Venezia, il Coni vuole partecipare per vincere, quindi vuole presentare una candidatura forte". A parlare, dopo l'incontro con Massimo Cacciari sulla volontà di Venezia di presentarsi per ospitare i Giochi Olimpici del 2020, è il presidente del Coni, Gianni Petrucci. "Venezia porterà le sue carte e le studieremo, ma, come dicono i filosofi, 'la realtà è quella che c'è, non quella che vorremmo ci fossè - ha aggiunto -. Io non sono una persona che recita, sono realista e dico al sindaco Cacciari che vogliamo una candidata che abbia già degli impianti".

Avatar utente
Messaggio Da lelerossi
#162978 Ora usciamo unattimo dall' argomento "Roma vs Venezia", ma qu' mi sembra che ci stiamo davvero allargando un po' troppo:

La proposta di Bertolaso: "Giochi invernali a L’Aquila nel 2018"

Nessuna provocazione, anzi. Quando il capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, lancia l’idea di fare dell’Aquila una delle città candidate per le Olimpiadi Invernali del 2018 non ha alcuna intenzione di scherzare. «Per quella data - così Bertolaso al Tg5 - l’Aquila sarà ricostruita e si potrebbe lavorare per attrezzarla perché diventi una candidatura inimitabile per un avvenimento così importante. Non vorrei esser preso per pazzo, ma quando fu deciso di spostare il G8 dalla Maddalena all’Aquila, qualcuno pensava che lo fossi. Mi pare - ha aggiunto Bertolaso - che i risultati siano stati molto positivi». L’Aquila candidata per i Giochi Invernali in agenda nel 2018, quattro anni dopo quelli di Sochi del 2014: per il Capo della Protezione Civile il progetto può esser portato avanti con successo.

Morale della favola, le candidature per il 2018 potevano essere consegnate fino all' ottobre 2009...