Ciao, per interagire con noi registrati o accedi al forum. Se vuoi rimanere aggiornato

Sezione dedicata ai parchi italiani del gruppo Merlin. Scheda del parco Gardaland
Messaggio Da Gico
#189893 Finalmente mi sono ripreso, dopo 40 ore di sonno, spero di essere lucido da poter scrivere qualche frase connessa l'una con l'altra :lol: :lol:

Faccio una piccola premessa. Le domande di questo topic mi hanno sempre affascinato tant'è che rappresentano il motivo principale della scelta di studiare discipline economiche. Ora, tutto ciò che scriverò qua sotto andrà contro a tutto ciò che noi economisti siamo soliti studiare e sono consapevole di essere un pesce fuor d'acqua quando faccio questi discorsi. In ogni caso, andiamo con ordine e cerchiamo di rispondere alle domande di Deborah :)

. E’ giusto risparmiare come ha fatto Gardaland negli ultimi anni in vista di un’attrazione più grande?

Sì è giusto. Questo perché altrimenti non si potrebbero vedere opere più grandi di quelle che si potrebbero permettere di anno in anno. Mi spiego. E' giusto che io tiri la cinghia per qualche anno per avere un mutuo più consistente e quindi una casa più grande. Sono scelte e queste scelte (finanziarie) rappresentano il motivo per cui alcuni riescono ad avere belle case ed altri meno (ceteris paribus ovviamente).
Altrimenti, opere colossali ed imponenti del passato e di oggi, non si sarebbero mai potute realizzare se non ci fosse stato alla base un risparmio annuale. Ma qui ovviamente sta nel buon senso capire di quanto può essere questo risparmio e comprendere quando per esempio non si può risparmiare più e bisogna rinunciare a qualcosa (mi si è rotta la macchina, il mutuo lo faccio lo stesso e giro con un catorcio). Sono priorità, elementi qualitativi di una società. Ne riparlerò meglio dopo. Un altro motivo che porta al risparmio (nelle aziende accumulato nelle riserve e non distribuito negli utili) è il fatto che non si possono fare ogni anno attrazione dallo stesso valore. Ci potrebbero essere anni in cui spenderemmo tutto il risparmio creando qualcosa di inefficiente o anni in cui avanzeremmo del risparmio e dovremmo comunque impiegarlo nell'attrazione di nuova costruzione.
In definitiva è giusto e corretto risparmiare, con buon senso QUALITATIVO, anno per anno per avere in questo caso un'attrazione più "importante". E' lo stesso sistema su cui si basano i mercati finanziari (le banche che concedono un prestito oggi, si fanno pagare degli interessi, ecc. mi pare si chiamasse dilazione nel tempo delle disponibilità economiche, o qualcosa di simile). [ps sto scrivendo di getto, passatemi alcuni errori] :D

Ora, più importante da capire è il meccanismo del "si può davvero risparmiare in una società?" Fondamentalmente bisogna trovare un equilibrio (precario) tra pay-out e risparmio e questo equilibrio dev'essere difeso dall'amministratore delegato. Il senso è: io azionista preferisco avere 100'000 € oggi e mettermeli nella mia banca che così in caso di crisi ho dei soldini, piuttosto che averne tra 5 anni 105'000 e non avere nulla oggi. Della salute della società, poco mi importa, io penso a me stesso e a far mangiare la mia famiglia.
Quando si propone il pay-out (% di utile distribuibile in dividendi, tipo utile 100 payout 60 allora ci sono 40 che vanno negli utili portati a nuovo ecc. e che formeranno una parte di risparmio) è ovvio che nessuno voglia un payout basso. Tutti vogliono guadagnare no? Il problema è che chi gestisce la società (AD, consiglio d'amministrazione) è diverso da chi ci apporta i soldi (soci, merlin) e gli interessi sono logicamente diversi. Chi si sbatte ogni anno per far sopravvivere (e quando riesce bene a far vivere) una azienda conosce tutti i problemi, il socio invece vuole solo vedere remunerato il suo capitale con un alto ROI (che so, il 10%, cioè ci vogliono 10 anni per riavere lo stesso capitale che ho investito).
Il problema più importante è capire se davvero si può risparmiare, perché il risparmio è sano ed indispensabile. Ma quello a cui siamo soliti vedere a Gardaland io non lo chiamerei risparmio, per come la vedo io, sono cose leggermente diverse.
Sta nelle capacità di riuscire a risparmiare e accontentare gli investitori al meglio (trovare quell'equilibrio tra payout e risparmio di cui parlavo prima) la differenza sostanziale. Gardaland non è in grado. Phantasialand sì, europa park sì, disneyland... ne riparliamo :D Phantasialand crea Talocan un top spin normalissimo con una tematizzazione semplice ma incredibilmente efficace, dopo mi pare la costruzione di black mamba (quindi in un anno di risparmio). Loro, probabilmente, hanno trovato il giusto equilibrio (o hanno soci "intelligenti").

Personalmente ritengo che gli elementi qualitativi valgano più di tutti quelli quantitativi. Anche Gardaland crede ciò con la tematizzazione che rende il parco più bello e porta ogni anno tot. visitatori (perché ammettiamolo... non è la qualità delle attrazioni che spinge l'ospite a fare fuga da atlantide ecc.). Le tematizzazioni perdono valore ogni anno e sono soldi buttati nel cesso (in bilancio). Eppure... secondo me e qualche altro nel mondo, rappresentano un punto di forza per portare nuovi visitatori al quale non si può e non si deve rinunciare. Purtroppo però (mia opinione) il tema di Gardaland supera di molto la qualità delle attrazione e crea un gap che è troppo visibile e che ci fa torcere il naso molto spesso (vedi FDA).
Chiudendo la domanda, è giusto il risparmio, ma fatto con saggezza. Risparmiare per gli anni avvenire è corretto e per farlo bisogna avere un AD con le palle, dei soci che puntano a caratteristiche qualitative (ma a tal proposito ricordo l'ipo della merlin, la quotazione in borsa insomma) e raggiungere un buon equilibrio tra payout e risparmio. Questa è capacità, non scelte (come siamo soliti pensare: gardaland sceglie di risparmiare... no! non è capace, perché probabilmente non ha a suo vantaggio soci intelligenti, ecc.)

. E’ giusto proporre attrazioni imbarazzanti per questi tagli?

Ovviamente no! Penso di aver risposto prima con l'esempio di Phantasialand e tra le righe con "il risparmio fatto con saggezza". Purtroppo però ripeto che Gardaland (il direttivo) non fa scelte in questo caso. Ma è trascinato dalle volontà "di denaro" di altri. I tagli poi non sono risparmio. Tagliare è salutare solo quando si ottimizza, mai se il taglio è fine a se stesso. Gardaland potrebbe tagliare, ottimizzando, proporre nuove attrazioni all'avanguardia e aspettando un anno in più per un coaster come X Raptor (e se non puoi aspettare un anno in più perché l'occasione si è presentata in quel momento e non hai riserve sufficienti... allora tagli esattamente come ha fatto gardaland. come una famiglia che ha messo via 5000€ di risparmi e si rompe la macchina e per comprarla una nuova subito taglia un sacco di spese. Si capisce bene che una società che vive (e non sopravvive) anche in periodi di crisi, è in grado di avere le riserve sufficienti per "eventi imprevisti". Ma qui di nuovo ci vuole un AD con le palle che dice ai soci/merlin "io i soldi risparmiati non ve li do per nessuna ragione al mondo" e dopo due giorni si trova senza più il mandato e alcun emolumento. Diciamo che è una posizione (se conoscete come funzionano i direttivi aziendali) ricattatrice (sono i soci a decidere chi sono gli amministratori ecc.).
Quindi no, non è giusto e una società che vive non dovrebbe farlo. Questo è sintomatico di una società che sta sopravvivendo.

. E’ giusto ridurre i costi?

Sì se si ottimizzano i risultati. Sì se sono sani per l'azienda. (se tu dai 1000€ a tuo figlio di 5 anni non saprebbe gestirli, anche qui a furia di essere ripetitivo bisogna trovare un "equilibrio"). Quindi è corretto se fatti con testa. Gardaland a quanto pare non lo sta facendo con saggezza.
Tuttavia se si guarda il bialncio del 2007 e del 2008 si notano che i costi per il personale sono aumentati dell'8% circa (vado a memoria eh). Quindi significa che dietro c'è un problema di diverso tipo. Di nuovo organizzazione (forse meno addetti al pubblico e di più negli uffici, ecc.). Ma qui con questi dati possiamo fare molto poco. Fatto sta che è giusto ridurre i costi solo se si ottimizza (se tu Deborah hai una pasticceria e guadagni 1000 e ti costa 1050 è bene che tu tagli (se non puoi aumentari i profitti) per raggiungere almeno il pareggio, tuttavia, non tagliare come farebbe il resto del mondo "50€" sarebbe sbagliato. Taglia quello che non fa perdere la qualità, quello poco indispensabile e ottimizza i resto. E' un discorso complicato e ci vorrebbero dei casi reali per poterne parlare al meglio e se vorrete ne parlerò volentierissimamente, vista la mia passione per questi argomenti :D)

. E’ giusto sacrificare il restyling?

No. Vedi europapark che ogni anno aggiunge un animatronic in ogni attrazione del suo parco, così ogni anno l'utente, il guest vede qualcosa di diverso, vede che il parco è in qualche modo vivo. Gardaland per mostrare che è un parco vivo lo fa costruendo nuove attrazioni, ma sacrificando il restyling. E questo non è sano. E' come una famiglia che si compra una macchina nell'anno 1, poi una moto l'anno 2, poi si fa viaggi ecc. sacrificando la riparazione del tetto, la riverniciatura della casa ecc. Prima o poi piove dentro e ci sarà muffa :lol: :lol:
Quindi non è giusto. E di nuovo non è una scelta di Gardaland ma è la non capacità di trovare l'equilibrio tra risparmio e dividendi (soci e AD).
Credo che Gardaland lo faccia come "scelta obbligata" perché non è in grado di fare altrimenti.

Per concludere... gli elementi qualitativi sono importanti quanto quelli quantitativi. Un bel prato curato ti costa un sacco di soldi (giardiniere, erba, acqua, lotto non edificabile, spazi ecc.) e in bilancio è un costo annuale senza ricavo correlato. Eppure è bello e porta gente. Di nuovo... è questione di equilibri :)

bon, ho finito. Ho scritto di getto, non rileggerò nemmeno. Ci saranno 2000 errori di ogni genere (anche perché sono ancora un po' frastornato).
Spero di aver risposto al meglio alle domande :) E sorry per il papiro :D :D
Avatar utente
Messaggio Da RonWeasley
#189895 Sono incasinatissimo con i preparativi quindi scrivo solo una cosa veloce...
La mia constatazione su Inferis è che sia una novità che poteva benissimo essere evitata. I soldi investiti in Inferis potevano essere utilizzati il precedente anno per Ramses, che non doveva essere assolutamente un'attrazione su cui tagliare. Non è piaciuta agli appassionati e non è piaciuta nemmeno ai babbani!
Se si fossero fatte le cose per bene quest'anno si poteva presentare SpongeBob come novità e ripresentare Ramses perchè se un'attrazione è fatta come si deve può anche starci il pubblicizzarla per due anni di fila.

Comunque quello che sostengo da ormai molto tempo è che Gardaland prima o poi pagherò le conseguenze di queste scelte sbagliate...
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#189899 Ron ti quoto, è quello che pensavo anche io.

Complimenti a Gico per la sua analisi che mi apre gli occhi in parecchie cose :)

Ora parlo con parole mie e chiedo venia.
Ho sempre sostenuto che il parco abbia fatto le scelte migliori durante il periodo in cui non è stato acquisito da Merlin, l'ho scritto e riscritto e quindi penso che chi dice che Merlin abbia portato dei benefici si sbagli di molto.
Questo secondo me va riassunto con questa tua parte :

Risparmiare per gli anni avvenire è corretto e per farlo bisogna avere un AD con le palle, dei soci che puntano a caratteristiche qualitative (ma a tal proposito ricordo l'ipo della merlin, la quotazione in borsa insomma) e raggiungere un buon equilibrio tra payout e risparmio. Questa è capacità, non scelte (come siamo soliti pensare: gardaland sceglie di risparmiare... no! non è capace, perché probabilmente non ha a suo vantaggio soci intelligenti, ecc.)


L'acquisizione di Gardaland del parco ha fatto perdere tutto il suo carattere "familiare e locale" che aveva quando era gestito dalla Popolare e dalle famiglie. Non conosco bene la storia amministrativa del parco, ma molto tempo prima della Merlin (attorno al 1990-1995) nel CDA ci stava Carini che era l'ammaestratore dei delfini del parco. Avere gente del genere nel consiglio permette che ci sia effettivo INTERESSE per il proprio parco. Con l'acquisizione delle multinazionali va tutto a scatafascio. Gli standard del parco forse ne beneficiano solo per alcuni caratteri di internazionalità non so formazione del personale ( ma a Gardaland la situazione è sempre qualla) e poco altro.

Insomma la situazione è sicuramente complessa come spiegavi Gico, ma parte della responsabilità va oltre la gestione Merlin. Le scelte sulle novità sono prese qui in Italia. Evitare Ramses e Inferis avrebbe permesso di evitare figuracce e flop, bastava dire che ci sarebbe stata una novità come X-Raptor. Penso che siamo tutti concordi a far "vivere di rendita" Mirabilandia per Ispeed almeno per i tre anni successivi al coaster.
Gardaland ha fatto la scelta sbagliata secondo me, ha dato un contentino per attirare visite che probabilmente avrebbe comunque. Come? Bastava investire di poco in restyling, e abbassare il prezzo di 5-7 euro a singolo biglietto. Fare una migliore campagna scontistica.
Mi dite che serve tenere la promozione attiva online tutto l'anno? A sto punto abbassa i prezzi per tutti ! Non solo per quelli del sito. In questo modo incentivi la gente a venire, fai trovare alla gente un parco migliore, con una migliore atmosfera ( con rifiniture qua e la e NON CON MACCHINE MANGIASOLDI TIPO QUELLE DELL'AREA WEST) e ti risparmi 2 novità che dagli stessi babbani sono state assolutamente bistrattate.
Non è così? Beh invito chi dice che Inferis e Ramses hanno avuto successo e sono piaciute a farsi un giretto su Facebook... Ah scusate... non è più possibile farlo perchè quelli del parco hanno cancellato i millioni di messaggi negativi :roll: ...( ma per inferis non ci sono riusciti).

Tutto questo è simbolo di ingenuità da parte di chi gestisce qui in Italia, non dalla Merlin che gli dirà : noi vi diamo tot budget fatevelo bastare...
Messaggio Da Gico
#189902
Hermy ha scritto:Insomma la situazione è sicuramente complessa come spiegavi Gico, ma parte della responsabilità va oltre la gestione Merlin. Le scelte sulle novità sono prese qui in Italia. Evitare Ramses e Inferis avrebbe permesso di evitare figuracce e flop, bastava dire che ci sarebbe stata una novità come X-Raptor. Penso che siamo tutti concordi a far "vivere di rendita" Mirabilandia per Ispeed almeno per i tre anni successivi al coaster.
Gardaland ha fatto la scelta sbagliata secondo me, ha dato un contentino per attirare visite che probabilmente avrebbe comunque. Come? Bastava investire di poco in restyling, e [b]abbassare il prezzo di 5-7 euro a singolo biglietto[/b


Sì è tutto vero, ma si ha a che fare con scelte strategiche diverse e non per forza l'una più corretta dell'altra.
Noi ignoriamo anche l'obiettivo a lungo termine delle aziende e quelle che possono sembrare scelte poco intelligenti si rivelano nel futuro le più corrette mai fatte. Banalmente, questi risparmi hanno permesso la costruzione di Raptor e se porterà 100'000 ospiti in più all'anno si sarà rivelata una scelta corretta, per un obiettivo e scorretta per altri (la qualità del parco e delle attrazioni).
E' come una grande partita di scacchi. Alcune mosse possono risultare incomprensibili, altre errate e altre addirittura suicide. Ma poi, solo una volta conclusa la partita si possono tirare le somme :)
Giusto per par condicio, mi pare che anche Mirabilandia negli anni passati avesse preso simili decisioni: con il coaster imbarazzante che faceva solo un loop, con "ghost qualcosa" prima di reset, con la novità di quest'anno presa da qualche lunapark e che pare più un tappabuchi che altro...
L'abilità dei parchi dovrebbe espletarsi nel saper gestire il budget in modo sano per la società.
Questo significa:

. Creare un'attrazione ogni anno (per non seguire l'esempio parigino di Disneyland che si adagiò sugli allori e rischiò l'amministrazione controllata)
. Fare restiling e modifiche che mantengano sull'onda del progresso, della tecnologia, dell'evoluzione il parco

Ovvio è che per fare uno, devi tagliare il budget dell'altro. L'abilità sta appunto nel riuscire a fare bene entrambe le cose usando i risparmi degli anni precedenti in qualche rara occasione o usando temi meno sofisticati ma più di impatto, come Talocan, Blue Fire, ecc., o ancora promuovendo sponsor come Silver Star - Mercedes, Motta sulla ruota di Mirabilandia e così via.
Dalla mia parte posso dire che avrei preferito a Gardaland negli anni scorsi un restiling dell'area Luna Park rendendola "monotematica" e promuovendola come novità. Lo avrei apprezzato più di Inferis e dello sparabolle di Ramses.


L'unica cosa su cui non mi trovi molto d'accordo è la questione prezzi.
Ti spiego meglio:

Proponendo di abbassare per un anno il prezzo di ingresso del parco mandi dei messaggi "subliminali" agli utenti:

. Qualità = Prezzo. Stereotipo che la società è abituata ad usare quando si ritrova con poche informazioni. Questo significa che abbassare il prezzo provoca nell'utente il pensiero "ha perso di qualità, allora non ci vado e se ci vado trovo 2000 cose su cui lamentarmi".
. Se passi da 35€ a 30€, l'anno successivo con una novità come Raptor dovrai riaumentare il prezzo d'ingresso. Ma dovrai partire dai 30€ ai quali gli utenti sono abituati ormai da un anno. Creerai insoddisfazioni per un aumento, che seppur giustificato, è troppo oneroso. Oltre a dare come ulteriore messaggio il senso di "instabilità dei prezzi", cioè un anno costa 30, l'anno dopo 35 e l'anno ancora dopo? 40? Rischi considerevoli insoddisfazioni.
. Abbassare il prezzo inoltre provoca nei guest l'idea che l'anno successivo la società abbassi ancora il prezzo (sempre l'instabilità dei prezzi). E quindi, pensando di guadagnarci, aspetterebbero di vedere una ulteriore diminuzione dei prezzi e se questa non avvenisse ti dovresti fronteggiare contro 3 mln di persone arrabbiate. Facendo così perderesti in un anno tutti i tuoi clienti, l'idea di qualità e porteresti la società al fallimento sicuro.

Per risolvere il problema puoi stabilizzare i prezzi per un anno, quindi non incrementarli, o proporre sconti.

Strappando le parole di Cialdini, sociologo, gli uomini sono portati a prendere decisioni "affrettate, prive di logica" quando si trovano di fronte a fenomeni di scarsità.
Siamo più portati a spendere durante i saldi perché sappiamo che ci saranno solo per un periodo di tempo limitato (vedi sconti di Gardaland) piuttosto che durante tutto l'anno. Ci piace di più il ragazzo o la ragazza che piace a tutti, perché diventa prezioso. Stesso ragionamento per i diamanti, rari, non per forza belli, ecc.

Però ne parliamo meglio stasera dai :) così non tedio tutti con cose che mi rendo conto possono sembrare davvero noiose :) :)
Avatar utente
Messaggio Da dodo1
#189916 Beh gico è il posto giusto per chi ama annoiarsi con queste cose :D

A mio avviso, che non so assolutamente nulla di economia, l'idea di risparmiarmio supposta da ron e hermy (ovvero evitare di costruire ramses e inferis) non è da cestinare.
Avrebbero potuto investire (e molto meno) in uno show decente e/o fare qualche restyling.
La "regola" di "una novità all'anno" e solo una finta regola...ok hai qualcosa di nuovo, ma deve essere anche di qualità! (come dicevi prima)
Se avessero investito in restyling ora avremmo attrazioni come jungle, fuga e colorado riverniciate e funzionanti nella loro integrità, magari con qualche effetto interattivo in più!
Avatar utente
Messaggio Da RonWeasley
#189976 Io non ho detto che Ramses non era da fare, dico solo che era un'attrazione che doveva come minimo reggere il confronto con la Valle dei Re. Qui è stata la gestione Merlin a non voler dare abbastanza quattrini e ha davvero toppato perchè a reso una delle attrazioni simbolo del parco in una caricatura di se stessa...
Avatar utente
Messaggio Da spirito
#190005 Leggendo continuo a vedere che nessuno prende in considerazione il fatto che IL PARCO SI E' ACCOLLATO LE SPESE SOSTENUTE DA MERLIN PER LA SUA ACQUISIZIONE e questo è un dato di fatto... per cui è normale che negli anni immediatamente successivi al cambio di proprietà ci siano tagli che ricadono un po ovunque (chiusura discutibile di attrazioni per manutenzione, riduzione del personale, tagli agli spettacoli ecc...)

Io ripeto so che vado contro il coro ma non sarei onesto se non dicessi che Inferis mi è piaciuta come attrazione! E ' un'attrazione minore è vero , ma vista l'imminenza dell'acquisizione del parco e quindi la scarsità di fondi penso che non potesse fare di meglio. E dopo tutte le opinioni viste qua sopra, non ho trovato ragioni sufficienti per modificare la mia.

ciao
Avatar utente
Messaggio Da spirito
#190006 Mi permetto vi riporto un pezzo di una intervista in cui si presenta la reazione da parte dell'AD di gardaland in merito ai presunti conti in rosso del parco. Credo possa servire a spiegare quanto ho provato a dire ripetutamente qua senza essere preso in considerazione :)

“Analizzando il bilancio di Gardaland, la gestione operativa mostra una società in piena salute con un EBITDA pari a 50,656 milioni di euro, risultato operativo più alto nella storia del Parco. Nell’esercizio 2008 la gestione finanziaria è risultata negativa in quanto il “leverage buyout” (LBO) di Merlin Entertainments Group, servito ad acquisire l’azienda, è stato trasferito su Gardaland srl. Comunque il patrimonio netto di Gardaland è ampiamente capace di supportare queste perdite di esercizio.”

e leggete un po qua...
http://it.wikipedia.org/wiki/Leveraged_buyout
Ultima modifica di spirito il lun gen 03, 2011 9:23 pm, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#190007 Ehm spirito... il fatto che nessuno ti prenda in considerazione non ti obbliga a ripetere continuamente la stessa cosa, abbiamo preso atto delle tue considerazioni, sappiamo leggere. E' inutile continuare a ripetersi, allunga il topic e non da beneficio alla discussione. Se nessuno ti quota o ti risponde si vede che non è necessario continuare la discussione su quello che hai postato tu.
E' un po' megalomane e intrusivo continuare a postare per la terza volta la stessa cosa solo perchè non si è considerati :roll:

Cerchiamo di ridimensionare grazie
Avatar utente
Messaggio Da spirito
#190008 Hermy non è che non mi sento considerato... scusa ma voi non considerate un FATTO RILEVANTE NELLA DISCUSSIONE... non è un fatto marginale... ma non facevi l'università tu?

probabilmente se uno posta piu di una volta è perche vede che non vengono presi in considerazioni fatti rilevanti... Continuate ad attribuire la carenza di soldi alla crisi e invece è DOVUTA AD UN'OPERAZIONE COMMERCIALE

tu sei fuori lasciatelo dire. Piloti le discussioni male e con ristrettezza mentale... pensa prima di scrivere
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#190009 Oh è tornato paolo :lol:

hai ripetuto discorsi vecchi già fatti da gico... Se nessuno ti quota non te la puoi prendere con me.. e assolutamente non puoi ripetere 4 post con le stesse cose scritte. Si vede che la gente preferisce parlare di altro piuttosto che considerarele tue osservazioni che siano giuste o sbagliate.

Io piloto? :lol: A me pare che sia tu quello risentito perchè nessuno ti ascolta :lol: :lol: e allora riscrivi 3 volte lo stesso messaggi... floddare non serve... la discussioen prende la via che vuole considerando o meno le dichiarazioni di uno o dell'altro

Hermy non è che non mi sento considerato... scusa ma voi non considerate un FATTO RILEVANTE NELLA DISCUSSIONE... non è un fatto marginale... ma non facevi l'università tu?

probabilmente se uno posta piu di una volta è perche vede che non vengono presi in considerazioni fatti rilevanti... Continuate ad attribuire la carenza di soldi alla crisi e invece è DOVUTA AD UN'OPERAZIONE COMMERCIALE

tu sei fuori lasciatelo dire. Piloti le discussioni male e con ristrettezza mentale... pensa prima di scrivere


Ah per l'università no ho mollato.. infati mi sento molto iniorante in qst mommentoo :lol: :lol: :lol:
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#190013 Allora diamo il contentino e la caramellian a spirito sennò non è contento. A me non frega molto della crisi, delle condizioni economiche del parco o se è per colpa di X Raptor .... Se vogliamo possiamo riassumere la domanda... E' GIUSTO CHE LA MERLIN PENALIZZI IL PARCO A FRONTE DELLE CONDIZIONI DI ACQUISIZIONE CREATE?

La domanda non cambia... le condizioni non cambiano. Abbiam odei dati oggettivi sui cui discutere ossia il fatto che per me era meglio evitare ramses e inferis etc (tutto quello che ho scritto vattelo a cercare).

Tu mi apporti alla discussione niente di nuovo, perchè i problemi al parco ci sono comunque, gli investimenti sbagliati ci sono stati comunque a mio avviso, è QUESTO su cui si discute... Puoi anche avere ragione su quello che citi ma le mie domande restano tali e quali :roll:
E ripeterti non serve
hihihihihihihihiihihihihihihihii ciao ciao ciao ciao
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#190014 A h per chiarezza mi riquoto :roll:

spirito ha scritto:


Queste due domande contengono delle presupposizioni che non condivido

il risparmio non è dovuto al nuovo rollercoaster da che so io, ma alla acquisizione stessa da parte di Merlin del parco... da quello che so io la spesa di acquisto è stata spostata sulle casse del parco stesso... cioè il parco si è auto pagato l'acquisizione! da qui i tagli delle spese di questi ultimi due anni... che ricordo comunque hanno visto la costruzione del sea life oltre che del nuovo coaster



Ti sei risposto da solo, da quello che sai tu... Ma prendiamo per buono che sia come dici tu... Rimangono TUTTI i problemi citati da ] me sopra... Cambia solo la domanda... E' giusto penalizzare il parco con l'acquisizione di Merlin ?