Ciao, per interagire con noi registrati o accedi al forum. Se vuoi rimanere aggiornato

Sezione dedicata ai parchi italiani del gruppo Merlin. Scheda del parco Gardaland
Avatar utente
Messaggio Da Artea
#321829
yesyesyes ha scritto:Io credo che il discorso sia un pelo più ampio. Perchè in Italia ogni cantiere viene chiuso e blindato? Ora non so nelle altre città ma qui a torino anche per costruire un semplicissimo palazzo il cantiere viene chiuso con tipo delle lastre metalliche blu, non so il nome preciso. Il che mi fa pensare che le normative sulla sicurezza nei cantieri siano talmente ampie e articolate che sia impossibile rispettarle tutte e quindi ci si trincera dentro e non si fa vedere a nessuno.

La normativa sulla sicurezza dice solo di limitare le interferenze. Questo concetto abbraccia una serie di aspetti molto eterogeneo: si passa dalla trasmissione di polveri, alla caduta accidentale di oggetti fuori dal cantiere, a cose meno materiali, come la percezione stessa del cantiere, in qualità di atto di trasformazione, di alterazione temporanea del paesaggio. Nel caso di gardaland il discorso polveri e rumori ha inciso su alcune lavorazioni, ma solo dal punto di vista della scelta temporale. Ponteggio che davano direttamente su luoghi di transito non c'erano (é un classico nei palazzi in città), mentre poteva configurarsi il terzo caso. La presenza di un cantiere in un ambiente a forte connotazione paesaggistica, cioé dove l'ambientazione ha un ruolo importante nel rendere immersivi i luoghi, potrebbe rovinare appunto la fuga dal mondo reale, la guest experience del visitatore medio.
Questo non toglie che pur perimetrando il cantiere, volendo rendere la costruzione della novità2015, una sorta di attrazione, si potevano mettere delle finestre sul perimetro a mo di punti di osservazione. Oppure usare proprio la FY come viaggio nel futuro del parco. Se invece c'erano esigenze di privacy dell'impresa, che a norma di legge non dovrebbero esistere, ma che poi si sa, a volte capita di non potere lavorare sempre in maniera ortodossa, allora si poteva usare l'orange point per mettere gli aggiornamenti fotografici del cantiere.

"Volendo" é il tema, Gardaland non ha voluto, secondo me per una precisa scelta di marketing e non per esigenze contingenti.
Il punto su cui si puó e si deve esprimere il proprio punto di vista é: ha funzionato in termini di hype? avrebbe funzionato meglio un approccio open.

Secondo me non sarebbe cambiato nulla, quello che conta in Italia é comparire in TV, quindi la maggior parte del budget é stato speso li, il resto sono dettagli abbastanza trascurabili.
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#321838 Condivido in tutto e per tutto. Con la sola eccezione che se si fosse cercata una collaborazione poi stringente e non vincolante con i fan che sono le uniche persone che puoi fidelizzare in senso stretto avrebbero vinto. Come hai ben detto della telenovelas pipedom( seguita da pochi come da indiscrezioni di chi ha accesso a stime e accessi del comparto che si è occupato della parte web ) interessava solo noi. La gente comune se ne sbatte alla grande e si porrà il problema una volta sotto. Come delle foto del cantiere ... CE ne freghiamo noi non la gente normale. Ne più ne meno di quanto io mi freghi del
Cantiere per la rotonda davanti casa mia ... Perciò alla fine della fiera l'atteggiamento doveva essere diverso in funzione nostra. Creando un nuovo modo di percepire la novità probabilmente avrebbero reso partecipi anche i babbani.
Messaggio Da baba
#321974 Visto che tutti martellano, martello anche io.
Io sono considerato un difensore accanito e acritico nei confronti di Gardaland. Ovviamente io non mi reputo tale, ma metto le mani avanti... non si sa mai, così ognuno è libero di leggere o saltare avanti.
Da sempre ho sostenuto come l'idea di blindare un cantiere a cielo aperto, in parco divertimenti e soprattutto anche quando il parco è aperto, fosse per lo meno poco azzeccata. Soprattutto nel 2015.
In un secondo momento hanno lanciato il sito con la telenovela ed anche in quel caso espressi i miei dubbi sul realizzare un racconto a puntate molto intervallate tra di loro: nell'epoca dei social non rende una mazza, a mio avviso. Carino è stato il lancio con il video della paracadutista, anche se pare una cosa morta lì visto che non credo sarà presente all'inaugurazione. Peccato.
Queste restrizioni al cantiere sono state utilizzate come leva per proporre alle pagine fan (che poi vorrei proprio capire il criterio con il quale la gente apre pagine ad minchiam e poi magari pretende anche di essere tenuta in considerazione) una sorta di collaborazione concedendo un po' di esclusiva da una parte ma limitando un po' dall'altra. Ognuno è stato libero di scegliere, e ognuno ha scelto in base ai propri parametri.
Riassunto corretto?
Le conclusioni (mie): il parco ha preso una decisione ed è stata coerente nel portarla avanti. Le pagine dei fan sono state indubbiamente meno coerenti dal mio punto di vista, perchè hanno accettato ma poi tutti nel gruppo fb a vedere le foto degli altri.
Io non condivido la scelta che il parco ha fatto, ma rispetto la loro coerenza. Ciò che io ho sempre criticato è stato il dare degli incompetenti a mezza dirigenza del parco e non solo: ecco, questo è quello che non mi è piaciuto e che continua a non piacermi. Le critiche si devono fare, ma mettere sempre e costantemente in cattiva luce la professionalità delle persone quando spesso (ho scritto SPESSO, non SEMPRE) non se ne ha titolo lo trovo scorretto ed infantile, forse anche un po' da rosiconi.
Poi la coerenza: ho letto tante di quelle cose critiche nei confronti del parco nella sua interezza che spero di non vedere certe persone in giro per gardaland :)

Ultima cosa... la questione grammaticale. Io sono il primo a sostenere che ormai l'italiano è morto, e sicuramente non sono Dante nello scrivere, ma mettersi a fare alcune osservazioni a volte può risultare controproducente: "ne" quando è negazione va scritto con l'accento.