Ciao, per interagire con noi registrati o accedi al forum. Se vuoi rimanere aggiornato

Sezione dedicata ai parco italiano del gruppo Parques Reunidos: Mirabilandia
Avatar utente
Messaggio Da Ago
#353022 Sisi, idealmente concordo con te, hai perfettamente ragione.

Ma gli scorsi anni chi gestisce il parco ha sempre affermato che il target sono le famiglie e questo non cambia.
Avatar utente
Messaggio Da Hayrutz
#353026 Veramente il direttore nell'ultima intervista ha dichiarato di volere un parco versatile, e che punteranno anche sull'adrenalina. Nell'intervista prima invece aveva dichiarato di voler puntare principalmente sulle famiglie. Si vede che l'hanno capita


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Avatar utente
Messaggio Da Hayrutz
#353029 Il parco ha bisogno di un'attrazione adrenalinica...l'hanno scampata con Divertical, dopo la svista del coaster e con Legends of dead town (spacciata da sempre come attrazione da brivido). Ora non hanno scuse


Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk
Avatar utente
Messaggio Da Hayrutz
#353032 Secondo me si...sanno che il parco ne ha bisogno! Oltretutto è da anni che se ne parla.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Avatar utente
Messaggio Da frozenlady
#353033 Forse si sono resi conto che la concorrenza nei parchi per famiglie è dura e negli ultimi anni hanno già ampliato adeguatamente l'offerta per quel target... sul settore adrenalina basterebbe invece poco per vincere facile (anche se parliamo di ben altre cifre da investire)
Avatar utente
Messaggio Da Artea
#353036 I teenager sono squattrinati in Italia, lo sono sempre stati, normalmente al parco portano molto meno denari delle famiglie, che hanno pure pretese piú basse in termini di attrazioni. In Italia manca principalmente la domanda di attrazioni di livello mondiale, manca la cultura del parco a tema. Le eccezioni di Gardaland con le dark ride dei primi anni 90 e di Mira con la gestione dei tedeschi di phantasialand (Katun) sono state frutto di una scommessa al rialzo, non di una risposta al mercato. Se avessero continuato probabilmente avrebbero educato il pubblico italiano, gli avrebbero affinato il palato. Al momento non è cosí e non saranno certo le multinazionali ad investire in tal senso. Il guest medio, non conosce le eccellenze mondiali o europee, per cui non arriva a pretende quello che chiedono i fan, quello a cui sono ormai abituati a vedere in Germania o Spagna o in Svezia e Olanda. A questo aggiungete il fatto che l'economia italiana è depressa e la propensione alla spesa è ancora bassissima. Sono indicatori pessimi, capirete chr una multinazionale, che muove i soldi i base a previsioni macroeconomica, fatichi ad investire in Italia.
Investire su un attrazione di livello mondiale in Italia equivarrebbe a gettare perle ai porci, sarebbe fuori da ogni parametro di costi/benefici
Messaggio Da M3fa
#353040
frozenlady ha scritto:Forse si sono resi conto che la concorrenza nei parchi per famiglie è dura e negli ultimi anni hanno già ampliato adeguatamente l'offerta per quel target... sul settore adrenalina basterebbe invece poco per vincere facile (anche se parliamo di ben altre cifre da investire)


Perchè basterebbe poco?
Messaggio Da mircocatta
#353043 Perché rispetto a gardaland ha meno vincoli di costruzione e comunque un nuovo coaster importante si aggiungerebbe ad altri due colossi come katun e ispeed che nessun altro parco italiano ha
Avatar utente
Messaggio Da peppe2994
#353044
Artea ha scritto:I teenager sono squattrinati in Italia, lo sono sempre stati, normalmente al parco portano molto meno denari delle famiglie, che hanno pure pretese piú basse in termini di attrazioni. In Italia manca principalmente la domanda di attrazioni di livello mondiale, manca la cultura del parco a tema. Le eccezioni di Gardaland con le dark ride dei primi anni 90 e di Mira con la gestione dei tedeschi di phantasialand (Katun) sono state frutto di una scommessa al rialzo, non di una risposta al mercato. Se avessero continuato probabilmente avrebbero educato il pubblico italiano, gli avrebbero affinato il palato. Al momento non è cosí e non saranno certo le multinazionali ad investire in tal senso. Il guest medio, non conosce le eccellenze mondiali o europee, per cui non arriva a pretende quello che chiedono i fan, quello a cui sono ormai abituati a vedere in Germania o Spagna o in Svezia e Olanda. A questo aggiungete il fatto che l'economia italiana è depressa e la propensione alla spesa è ancora bassissima. Sono indicatori pessimi, capirete chr una multinazionale, che muove i soldi i base a previsioni macroeconomica, fatichi ad investire in Italia.
Investire su un attrazione di livello mondiale in Italia equivarrebbe a gettare perle ai porci, sarebbe fuori da ogni parametro di costi/benefici

Analisi condivisibile, ma probabilmente una linea univoca non esiste.

Per determinate categorie di prodotto le persone sono disposte a pagare. Se non lo fanno per un parco, è probabile che questo non risulti appetibile in termini di offerta.
Messaggio Da mircocatta
#353045
peppe2994 ha scritto:
Artea ha scritto:I teenager sono squattrinati in Italia, lo sono sempre stati, normalmente al parco portano molto meno denari delle famiglie, che hanno pure pretese piú basse in termini di attrazioni. In Italia manca principalmente la domanda di attrazioni di livello mondiale, manca la cultura del parco a tema. Le eccezioni di Gardaland con le dark ride dei primi anni 90 e di Mira con la gestione dei tedeschi di phantasialand (Katun) sono state frutto di una scommessa al rialzo, non di una risposta al mercato. Se avessero continuato probabilmente avrebbero educato il pubblico italiano, gli avrebbero affinato il palato. Al momento non è cosí e non saranno certo le multinazionali ad investire in tal senso. Il guest medio, non conosce le eccellenze mondiali o europee, per cui non arriva a pretende quello che chiedono i fan, quello a cui sono ormai abituati a vedere in Germania o Spagna o in Svezia e Olanda. A questo aggiungete il fatto che l'economia italiana è depressa e la propensione alla spesa è ancora bassissima. Sono indicatori pessimi, capirete chr una multinazionale, che muove i soldi i base a previsioni macroeconomica, fatichi ad investire in Italia.
Investire su un attrazione di livello mondiale in Italia equivarrebbe a gettare perle ai porci, sarebbe fuori da ogni parametro di costi/benefici

Analisi condivisibile, ma probabilmente una linea univoca non esiste.

Per determinate categorie di prodotto le persone sono disposte a pagare. Se non lo fanno per un parco, è probabile che questo non risulti appetibile in termini di offerta.
Esatto, io stesso ho smesso di andare al parco più di una volta ogni due anni (all'uscita di ispeed ci andai anche 3-4 volte all'anno con l'abbonamento)
Magari spendo poco dentro al parco, è vero.. però almeno ci vado e pago un biglietto che a loro fa comodo, e come me fanno anche tutti i giovani squattrinati di cui si parlava prima

Comunque gli italiani non sono poi così fifoni, in coda a ispeed e katun spesso ci sono bambini con neanche 10 anni che vengono poi rimbalzati via dai guest del parco
Avatar utente
Messaggio Da vampucio
#353051 io non capisco il loro target familiare quale sarebbe. Io vedo sempre famiglie intere con ragazzini al seguito in coda per katun, ispeed, niagara, divertical. Nel periodo giugno luglio il parco di mirabilandia è letteralmente invaso da ragazzi che fanno code kilometriche per fare la prima fila di katun e ispeed. Capisco che una famiglia spende di più ma credo che il pubblico di mira per quanto maleducato in alcuni frangenti (non che a gardaland sia da meno), chiede attrazioni adrenaliniche. I ragazzi di oggi non hanno la cultura dei parchi, si cagano addosso ma in gruppo le attrazioni le fanno perchè dopo si possono sentire fighi con gli amici. Anche i chioschi sono sempre pieni di gente che mangia e non sono famiglie ma ragazzi che si stufano di portarsi lo zaino e comprano l'hot dog o il panino al chiosco. Boh forse io ho visto un altro parco ma a me sembra che già di suo mirabilandia attragga un pubblico più incline ai coaster rispetto a gardaland dove c'è gente che veramente entra solo per passeggiare.
Avatar utente
Messaggio Da lore1991
#353052 Ma infatti anche secondo me la storia che è la famiglia a spendere di più non è più vera in questo periodo storico. Una famiglia con un bambino deve pagare già 3 ingressi ed un viaggio che presumibilmente farà in macchina, quindi è più propensa poi a spendere meno all'interno del parco.

I ragazzi che fanno la vacanza con amici (magari coi bus organizzati) invece hanno la spesa singola, e magari i genitori sono più propensi a sganciar loro 50€ per tutta la giornata (tra ingresso e spese varie) e quindi qualcosa poi dentro la spendono. Anche sui fastpass credo sia più incentivato a spendere il singolo ragazzino che la famiglia intera, perchè sul bilancio totale pesa meno.

Poi ci sono anche magari le giovani coppie o gruppi di giovani lavoratori e senza figli (che quindi possono permettersi si spendere di più), e loro di sicuro le attiri con novità adrenaliniche.
Avatar utente
Messaggio Da Stef91+1
#353053 Io vedo tantissime famiglie portarsi il pic nic da casa, e giovani che arrivano con bus (parrocchiali e non) che addirittura vanno al ristorante... Senza contare che comprano la foto ecc ecc