Ciao, per interagire con noi registrati o accedi al forum. Se vuoi rimanere aggiornato

Sezione dedicata a Rainbow MagicLand.
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#329410 Ecco esatto. Per questo ci sono i churros e la frutta caramellata... :lol:
Avatar utente
Messaggio Da dibilele
#330823 Cessione del Parco alla Pillarstone di KKR!

Immagine

"Qualche settimana fa, nel nostro articolo “Gli USA sorridono al Parco divertimenti di Roma?”, vi abbiamo parlato della creazione di una nuova piattaforma italiana, lanciata dalla statunitense KKR (con sede a New York). Tale piattaforma riceverà, da parte di Unicredit e Intesa Sanpaolo, quasi un miliardo di crediti da ristrutturare. Tra questi crediti c’è anche Rainbow MagicLand."

Leggi la news ---> http://www.theparks.it/rainbow-magic-la ... kkr-n1814/
Avatar utente
Messaggio Da Artea
#330828 Io non ho capito. Si parla di cessioni di intesa e unicredit a kkr. Passano di mano crediti oppure interi asset societari?
In questo secondo caso vuol dire che alfapark era una controllata di Unicredit/intesa?
Avatar utente
Messaggio Da dibilele
#330832 Dovrebbe trattarsi di cessione di soli crediti. Non riuscendo Alfa Park a ripagare i prestiti, Unicredit e Intesa Sanpaolo hanno ceduto i loro crediti a Pillarstone. Pur rimanendo Alfa Park in campo, di fatto i gestori saranno i nuovi proprietari dei crediti (quindi proprietari del Parco) che forniranno capitali e competenze per il rilancio del Parco. Così Unicredit e Intesa Sanpaolo si sono tolti l'impossibilità di ricevere indietro tutti i soldi (dubito che abbiano ceduto al prezzo dell'intero valore dei crediti); Pillarstone mette soldi per investimenti; Pillarstone tra 3-5 anni probabilmente rivenderà il Parco per rientrare dei soldi spesi, dopo aver reso la struttura più appetibile. Almeno io l'ho capita così... :mrgreen:

Dal sito di Alfa Park:

"La compagine sociale di Alfa Park S.r.l. è composta da: Draco S.p.A. (40,70%), Fashion District Group S.p.A. (18,43%), Investment S.r.l. (15,78%), Zorzafin S.r.l. (10,59%), Rainbowland S.r.l. (10%) e Mixinvest S.r.l. (4,50%)."

Quindi escluderei la partecipazione delle due banche.
Avatar utente
Messaggio Da Maite-nageur
#330834
dibilele ha scritto:Dovrebbe trattarsi di cessione di soli crediti. Non riuscendo Alfa Park a ripagare i prestiti, Unicredit e Intesa Sanpaolo hanno ceduto i loro crediti a Pillarstone. Pur rimanendo Alfa Park in campo, di fatto i gestori saranno i nuovi proprietari dei crediti (quindi proprietari del Parco) che forniranno capitali e competenze per il rilancio del Parco. Così Unicredit e Intesa Sanpaolo si sono tolti l'impossibilità di ricevere indietro tutti i soldi (dubito che abbiano ceduto al prezzo dell'intero valore dei crediti); Pillarstone mette soldi per investimenti; Pillarstone tra 3-5 anni probabilmente rivenderà il Parco per rientrare dei soldi spesi, dopo aver reso la struttura più appetibile. Almeno io l'ho capita così... :mrgreen:

Dal sito di Alfa Park:

"La compagine sociale di Alfa Park S.r.l. è composta da: Draco S.p.A. (40,70%), Fashion District Group S.p.A. (18,43%), Investment S.r.l. (15,78%), Zorzafin S.r.l. (10,59%), Rainbowland S.r.l. (10%) e Mixinvest S.r.l. (4,50%)."

Quindi escluderei la partecipazione delle due banche.


100% esato Dibilele
Avatar utente
Messaggio Da eltiburon90
#330840 Dal basso della mia ignoranza in materia non ci ho capito molto, ma posso dire che se ciò significa nuovi investimenti si può essere soltanto felici (posto che i soldi siano investiti nel giusto modo).
Il parco allo stato attuale non mi attira per niente, e non mi ha lasciato un bellissimo ricordo. Spero che questa novità sia un trampolino per rainbow, per avere una vera alternativa a gardaland e mirabilandia
Avatar utente
Messaggio Da Dexter_RM
#330843 Quand'è così, di norma, serve un rilancio del prodotto, in questo caso significa nuove attrazioni! :D
Qualora non avvenisse... allora kapùt lucis! :lol: :( :cry:
Avatar utente
Messaggio Da Artea
#330847 Per ora parlare di cessione del parco non mi sembra corretto, almeno dal punto di vista formale.

È plausibile che i nuovi creditori concedano iniezioni di capitale solo a determinate condizioni, ma da qui a parlare di nuova proprietá mi sembra presto.
Avatar utente
Messaggio Da peppe2994
#330848
vampucio ha scritto:io ho molte perplessità circa questa cessione... spero di sbagliarmi.

Perplessità per quale motivo?
L'Alfa Park non è stata lontanamente in grado di gestire i due suoi parchi. Fare peggio mi sembra impossibile, per cui
credo ci sia solamente da essere ottimisti.

Gico se ci sei, un parere?
Avatar utente
Messaggio Da Lucantropo
#330849
Artea ha scritto:Per ora parlare di cessione del parco non mi sembra corretto, almeno dal punto di vista formale.

È plausibile che i nuovi creditori concedano iniezioni di capitale solo a determinate condizioni, ma da qui a parlare di nuova proprietá mi sembra presto.

No infatti, da quanto ne ho capito deduco che la proprietà rimane sempre la stessa, semplicemente adesso non hanno più debiti con Unicredit/Intesa, ma ce li ha con qualcun altro.

La speranza è che, dato che si parla di "ristrutturazione del debito" (ergo, devi modificare il suo valore, se no cosa "ristrutturi" ?) i nuovi creditori facciano, o meglio richiedano alla proprietà del parco di fare, delle manovre sostanziali atte ad aumentare il valore del parco fornendo loro la liquidità necessaria; augurandoci che decidano di percorrere la strada dell'investimento in qualcosa di tangibile (nuove attrazioni, nuovo marketing, insomma qualcosa che attiri nuovi visitatori e generi maggiori incassi e utili) e che non si affidino invece a qualche magheggio di fantafinanza o pretendano dal parco una riduzione dei costi e basta.
Avatar utente
Messaggio Da dibilele
#330850 Sì, infatti non avrebbe molto senso pretendere una riduzione dei costi e basta. Il piano ha lo scopo di rilanciare le aziende coinvolte in 3-5 anni, iniettando nuovi capitali per investimenti al fine di poterci guadagnare con la vendita. Tra l'altro non credo che i costi di Rainbow MagicLand possano essere ulteriormente ridotti... mi sa che non c'è altro su cui tagliare! :lol:
In un vecchio articolo si diceva che la piattaforma italiana avrebbe fornito capitali e competenze alle società coinvolte. Quindi dovrebbero fornire soldi e personale selezionato che avrà il compito di usare quei soldi per investire e conseguentemente aumentare visitatori e fatturato. Il fine ultimo è rivendere il Parco per guadagnare dopo tutti gli investimenti e nessuno comprerebbe Rainbow MagicLand senza un periodo di trasformazione, rivalorizzazione, crescita e stabilizzazione. :)