Ciao, per interagire con noi registrati o accedi al forum. Se vuoi rimanere aggiornato

Avatar utente
Messaggio Da Stonem
#352585 Finita la prima meravigliosa settimana nella Riviera Maya, oggi siamo arrivati nella maestosa a Città del Messico. Domani prima tappa in un parco con dei coaster: Six Flags México (in realtà se riesco faccio un salto oggi anche al parco divertimenti di Chapultepec che ha dei crediti interessanti e storici )
Avatar utente
Messaggio Da Stonem
#352656 Appena arrivato a San Diego, finita la meravigliosa vacanza in Messico. Un posto che porterò per sempre nel cuore.. la più bella esperienza della mia vita . Al contrario, Sarà perché sono appena arrivato, ma San Diego mi sembra un posto finto.. non so , non sono convinto.

Volevo chiedere delle info, martedì scorso al six flags México mi hanno fatto buttare il cibo prima di entrare nel parco, inoltre per ogni attrazione non potevo entrare con lo zaino ma dovevo pagare ogni volta l'armadietto fuori. Funziona così anche per il Magic Mountain ? E universal e Disney ?
Avatar utente
Messaggio Da Mino93
#352661 Sembra tutto finto perchè proprio l'america fatta così :lol: :lol:
a me hanno fatto buttare il cibo solo al magic mountain. Per gli zaini al MM ci sono i contenitori ad ogni coaster, l'unico dove devi pagarlo è x2 che ti obbligano proprio a pagarlo. Universal gli armadietti sono tutti gratis <3 Disney non ti dicono nulla
Avatar utente
Messaggio Da Stonem
#352772 Quasi finita la vacanza da sogno.

Universal molto belli, specie Harry Potter , la Mummia e Transformers. Però troppi simulatori , dopo un po' diventa monotono.

Six flags incredibile. X2 mio nuovo Coaster preferito.. pazzesco e meraviglioso, peccato le botte secche che prendi ma ci si passa sopra..
twisted colossus insieme a x2 pazzesco, ejector molto intenso dall'inizio alla fine del layout , sicuramente più intenso del fratello messicano (anche questo un ottimo Coaster e layout, ma decisamente più soft come sensazioni eccetto due punti)
Full throttle divertentissimo e ben progettato l'hang time, con una discesa finale piena di ejector in ultima fila
Tatsu molto carino ma senza il pretzel non sarebbe così significativo ..
Il resto del parco nulla di che ma scriverò meglio dopo .

Domani ultimo stop nei parchi (oggi per voi) , il nostro caro (specie a livello economico) Disneyland
Avatar utente
Messaggio Da Neno
#352779
Stonem ha scritto:Il resto del parco nulla di che

il "nulla di che" viene da dire visto che ci sono i BIG che hai citato che li sminuiscono e li fanno passare in secondo piano. Se avessimo noi quei coaster definiti di serie B, sarebbero tutt'altro che "nulla di che" :mrgreen:
Avatar utente
Messaggio Da Stonem
#352897 Inganno la post depressione iniziando il resoconto...


7 AGOSTO

Arriva il giorno della partenza tanto aspettato!
Arrivo all'aeroporto di Linate, dove per la troppa affluenza ci imbarcano persino i bagagli a mano. E pensare che avevamo diviso proprio i vestiti in entrambi i bagagli dato l'alto rischio che quello in stiva arriverà difficilmente a causa del breve scalo in Canada. Vabbè, la tizia sembra abbastanza sicura del fatto che arriveranno... Incrociamo le dita.
Primo volo Milano Bruxelles in ritardo, i bagagli da imbarcare erano tantissimi ed abbiamo perso tanto tempo.
Comunque 2 ore e mezza di scalo sono abbastanza, abbiamo il tempo di eseguire i controlli del passaporto e Bruxelles e ad imbarcarci per il seguente volo per Montreal con Air Canada.
Emozione a mille ma anche tanta la preoccupazione per lo scalo seguente di solo 60 minuti, le assistenti di volo non sembrano essere molto d'aiuto, ma il volo sembra partire in orario quindi le premesse ci sono, e cercheremo assolutamente di farcela, sebbene ci sono capitati giusto i posti a sedere alla fine dell'aereo, e all'atterraggio avrebbero aperto solo la porta anteriore.
Immagine
Cibo discreto, film antiquati, le ore passano velocemente e ci ritroviamo all'atterraggio.. ma l'aereo fa un giro strano e ritarda di 10-15 minuti, che in questo caso diventa un ritardo fatale.
Appena atterrati cerchiamo di infilarci nella folla, ma nulla da fare. Non ci fanno passare e dobbiamo aspettare tutto il resto dell'aereo.. appena arrivati chiedo alla ragazza se ce l'avremmo fatta e mi risponde "RUN!" , iniziamo a correre per l'aeroporto di Montreal.. grazie a dio non era molto grande, chiediamo di passare avanti per i controlli, alcune persone ce lo permettono, altre no (e te pareva che non doveva arrivare la str**a? :lol: ) Comunque controlli veloci e siamo subito al gate. Riusciamo a salire in tempo! :D
Ultime 4 ore e mezza su Air Canada Rouge, un aereo simil Ryanair, senza schermi o cibo.. ma vabbè.
Passano queste ore ed iniziamo a vedere il mare color turchese come sfondo, contornato da un cielo grigiastro. Essì, ci siamo trovati al nostro arrivo con il giorno nel quale si è scatenato l'uragano Franklin. partito da Chetumal, il sud della regione di Quintana Roo.
Immagine
Appena arrivati notiamo la forte umidità, che si avvicina al 100% . Passiamo i controlli e andiamo a prendere le valigie.. arrivano quasi tutte, manca giusto la valigia da stiva del mio amico (l'unica in tutto l'aereo a non essere arrivata, pare fosse stata mandata ad Helsinki), le valigie arrivate sono bagnate dall'umidità.
Cerchiamo subito una maniera di arrivare in hotel, cercando di non farci fregare con i prezzi che sparano ai turisti..
Alla fine prendiamo un colectivo, che deve lasciare anche gli altri passeggeri nella zona hotelera, mentre noi ci trovavamo nella vera città. essendo lì le 17.30 siamo nell'ora centrale del traffico, passano ben due ore e mezza per fare quei pochissimi chilometri che ci avrebbero portato all'hotel, e l'aria condizionata ghiacciata del colectivo non aiuta per niente.
Finalmente arriviamo all'hotel Rivemar, la recepionist ci dà il benvenuto con un bel shot di tequila. Il soggiorno in questo hotel ci è costato 10 euro a notte, prezzi impossibili nella zona turistica, ma alla fine ha senso andare in Messico per andare nei resort? Noi vogliamo vivere il paese e conoscere il vero Messico, non quello finto sponsorizzato ai turisti. Nella città si vedevano raramente turisti, erano quasi tutti abitanti del luogo. La camera è molto ampia, ci sono 3 lettoni matrimoniali, purtroppo al secondo piano il wifi non funzionava, per quello conviene prendere una camera al primo piano. Di fronte all'hotel c'è la fermata dei bus che porta alle spiagge della zona hotelera, mentre a pochi isolati c'è la stazione di autobus ed il centro della città. Ci compriamo una scheda di Telcel con una offerta da 10 euro al mese che funziona benissimo, ed è utilizzabile anche negli Stati Uniti, e ceniamo vicino all'hotel dei tacos tradizionali, ci offrono anche una birra. Ci riempiamo cenando a meno di due euro (nella zona turistica i prezzi invece sono molto alti, stile usa o europa), e dopo prendiamo una margarita per festeggiare l'arrivo. Il jet lag non fa effetto, l'emozione era tanta. Andiamo a letto a mezzanotte nonostante il lungo viaggio e il fuso di 7 ore emozionati per i giorni seguenti.

Immagine

To be continued...
Avatar utente
Messaggio Da Stonem
#352972 Davanti al mio hotel passa l'R1 , è un bus che fa tutte le fermate nella zona hotelera. ho semplicemente chiesto all'autista di avvisarmi quando scendere nel punto che mi interessava.
La sim in qualsiasi punto vendita della compagnia Telcel, oppure volendo anche AT&T , sono le due compagnie le cui offerte funzionano anche negli Stati Uniti.

8 Agosto

L'idea iniziale era quella di passare una bella giornata al mare e al relax a Cancún, ma l'uragano Franklin non era d'accordo.
Appena usciti per fare colazione notiamo il forte diluvio, ma a quanto ci hanno spiegato e' un fenomeno normale ad Agosto, e dopo mezz'ora di intensa pioggia sarebbe uscito il caldo ed il sole.. Certo, nozione valida a meno che la pioggia sia causata da un uragano, in quel caso puo' piovere anche per giorni interi.
Canotta, costume da bagno, maschera, pantaloncini, infradito e un ombrello per proteggerci dal diluvio. Nel frattempo che la pioggia finisse decidiamo di andare a fare colazione e poi dirigerci per una passeggiata al Mercado 28, mercato tipico del centro della città, un mercato pieno di colori e di vita.
Dopo prendiamo il bus R1 che ci avrebbe portato verso la spiaggia, ma dato ancora il brutto tempo ed i nuvoloni facciamo una sosta al famoso centro commerciale "La isla", pieno di negozi, nel quale è presente anche l'acquario di Cancún.
Le cose vanno di male in peggio quando io ed un mio amico iniziamo ad avvertire un forte senso di nausea e dolori allo stomaco, ci avevano avvisato anche amici messicani delle problematiche dovute all'improvviso cambio alimentare, specie mangiando direttamente in ristoranti tipici locali, ma non avevo fatto piu' di tanto caso. Io sono stato il primo ad accusare questi malesseri, che sarebbero peggiorati in giornata. Cercando di ignorare queste problematiche ci dirigiamo col bus verso Playa delfines , la famosa spiaggia con le alte onde dove e' possibile fare surf, ma famosa anche per la grande insegna con la scritta Cancún dove troviamo una enorme coda per scattare la foto.
Durante la fila inizio a stare peggio al punto che ho persino vomitato e continuavo ad avere disturbi di nausea.. Nonostante questo abbiamo scattato la nostra foto con l'insegna e abbiamo passato un poco di tempo al mare nonostante fosse vietato fare il bagno per il mare troppo agitato, ma ci siamo goduti un poco di spiaggia caraibica.
Immagine
Visto che non mi ero ripreso decido di riprendere l'R1 e tornare in hotel, nel pomeriggio a causa del traffico il bus impiega molto più tempo. A un certo punto l'autista becca un altro autobus R1, e si mettono a gareggiare sulle due corsie superandosi a vicenda :lol: Torno in hotel, e vado direttamente a riposare, avevo anche brividi di freddo. Il mio amico anche stava molto male, e il giorno dopo avevamo prenotato la gita a Chichén Itza ma non sapevamo se saremmo riusciti ad andare in queste condizioni.

9 Agosto.

Mi sveglio decisamente meglio,nonostante sia ancora un po' intontito. il mio amico ancora sta un po' male, ma nonostante questo decidiamo di andare al nostro tour. Il discorso dei tours e' un po' complesso, per questo ho cercato di usarli il meno possibile, ognuno ti sparerà un prezzo diverso in base a cosa tu sei disposto a pagare. Il prezzo originale di questo tour era di 70 dollari, noi l'abbiamo pagato 35 ed immagino che i Messicani li paghino ancora molto meno, sicuramente bisogna girare un pò nelle varie agenzie e mettersi anche a contrattare stile "vu cumprà" per arrivare al prezzo migliore. Ovviamente cercano di approfittarsi dei turisti.
Andiamo a pagare il biglietto nel centro commerciale e partiamo, il bus avrebbe fatto diverse tappe prima di Chichén Itza, La prima tappa comprendeva Valladolid, "El pueblo mágico", di cui abbiamo visitato frettolosamente solo la chiesa principale, molto suggestiva, e il parco adiacente.
Immagine
Dopo ci hanno portato in un ristorante vicino Chichén Itza dove avevamo incluso un buffet, con balli tradizionali e volendo un negozio di souvenir tipici maya.. con tanto di sciamano che benediceva gli oggetti acquisiti.
Ci dirigiamo finalmente a Chichén Itza, una delle sette meraviglie del mondo <3
Il caldo impressionante e la stanchezza dovuti al malessere del giorno precedente non ci fanno godere appieno la giornata, ma nonostante questo ammiriamo questo bellissimo posto, le sue rovine maya, la fauna circostante, ed ascoltiamo la guida che ci introduce in questo meraviglioso tour. E' proprio vero, battendo le mani tutti inisieme davanti alle piramidi si genera un eco molto forte.
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Dopo Chichén Itza ci avviamo verso l'ultima tappa. la più bella ed inaspettata della giornata, il cenote Ik' kil!
Purtroppo non ho foto chiare, ma un video su youtube o foto da internet non rendono la bellezza di questo posto, ma vi assicuro che è uno dei posti più suggestivi che ho visto in questa vacanze.. semplicemente meraviglioso.
Famoso specialmente per praticare cliff jumping, prima volta che mi tuffavo così !
Che dire, finalmente ci siamo ripresi e la giornata è finita benissimo.. meravigliosa esperienza.


10 Agosto

Oggi riproviamo a fare una giornata al mare ad Akumal, per fare snorkeling con le tartarughe.
Ci muoviamo tardi per perdere tempo a cercare un tour per Xel-ha. Il modo più economico per viaggiare nella Riviera Maya sono i colectivos, sono dei piccoli furgoncini/bus che percorrono le riviera maya scendendo da cancún in giu' per pochi spiccioli, caricano e scaricano gente in mezzo alla strada durante la tratta. Si prendono di fronte la stazione dei bus, l'Ado, e fermano a Playa del Carmen.
Prendiamo il primo colectivo al prezzo di 34 pesos, dopo circa un'ora ci lascia a Playa, da li prendiamo il secondo colectivo che scende fino a Tulum e chiediamo di scaricarci ad Akumal (40 pesos il secondo colectivo), in totale sono poco piu' di due euro.
Purtroppo la spiaggia non era pulita del tutto ancora a causa dell'uragano dei giorni precedenti, ma direi non ci possiamo lamentare. A parte la grande quantita' di alghe eravamo davvero ai caraibi! Acqua calda color blu turchese acceso, sabbia stranissima che sembra pongo, e abbiamo potuto praticare snorkeling con le maschere vedendo anche una tartaruga marina gigante <3
Immagine
Al ritorno decidiamo di fare una tappa a Playa del Carmen e visitare la quinta avenida. Ci ritroviamo davanti la spiaggia e davanti alla maestosa scultura tipica quando ci troviamo di fronte ad uno spettacolo di balli tradizioali maya, davvero caratteristico.
Immagine
Immagine
Dopo di che troviamo un secondo spettacolo nella stessa piazza, sono i voladores de papantla (o come lo chiamo io: lo starflyer umano), dove quattro persone si lasciano ciondolare a testa in giu' fino ad arrivare a terra.
Oltre alla mia foto allego anche un video esplicativo di questa tradizione messicana:
Immagine

Dopodichè abbiamo proseguito con la passeggiata nel centro di Playa, tra i vari locali, bevuto uno smoothie al mango, ed infine siamo tornati a Cancún.
Avatar utente
Messaggio Da Stonem
#353149 11 Agosto

Oggi finalmente la visita del primo parco ( ecologico, non di divertimenti), Xel-ha.
Abbiamo pensato a lungo su quale dei parchi della Riviera Maya visitare, e Xel-ha sembrava la soluzione che più accontentava tutti. Il prezzo è inferiore rispetto a Xcaret o Xplor, e permette di avere buffet illimitato con bibite, alcolici, gelati e di tutto e di più INCLUSI nel biglietto d'ingresso. Ovviamente ci sono delle attività extra che non sono incluse, e che costano la bellezza di 50 dollari, tra le quali: un giro sul motoscafo stile Kitt di Movieland nell'oceano (30 minuti di giro), una camminata sott'acqua con le bombole per avere incontri ravvicinati con tutti gli animali del mondo subacqueo, nuotare coi delfini, con le manatee ad altre attività. Io personalmente non ho comprato nulla, i miei amici hanno comprato il Sea Treck, la camminata subacquea con gli animali (che si poteva comunque fare dalla superfice gratuitamente con il kit di snorkeling che viene incluso gratuitamente nel biglietto d'ingresso).
Siamo arrivati in ritardo a causa dell'errore del tour dove abbiamo comprato i biglietti, ed il parco è veramente gigantesco, difficilmente in un giorno potrete riuscire a fare tutte le attività gratuite, io ad esempio non ci sono riuscito visto che siamo entrati anche alle 11.30 al parco. Per i tour consiglio di andare con cautela, la maggiorparte delle persone vi dirà dei prezzi assurdi convincendovi che sono le soluzioni più economiche, controllate sempre da internet. Il tour medio per andare a Xel-ha lo chiedono di base sui 120 dollari, noi abbiamo pagato 70. (65 l'ingresso sul sito, quindi 5 euro in più di trasporti, dall'hotel verso il posto).
Appena entrati notiamo la grandissima e bellissima fauna, tra cui i pappagalli, e ci avviamo a fare colazione/pranzo nel primo buonissimo ristorante. Il cibo è delizioso, specialmente il ceviche mixto, le bibite sono illimitate, e la torta sacher nemmeno ve lo dico.. deliziosa.
Immagine
Ci avviamo subito a prendere un locker e ci dirigiamo a fare Snorkeling con l'attrezzatura gratuita fornita dal parco, nel grandissimo lago centrale, dove si possono trovare tantissime specie di pesci. Dopo una mezzoretta di snorkel, decidiamo di dirigerci verso l'attrazione novità : Il faro mirador, struttura che funge appunto sia da faro, sia da punto dove avere una meravigliosa vista della Riviera Maya, ma da quest'anno la novità consiste in quattro scivoli acquatici che scendonon dalla struttura del faro intrecciandosi tra di loro.
Immagine
La coda purtroppo non era poca, e i miei amici dopo un pò devono abbandonare la fila per andare alla loro attività. Io proseguo (e ho fatto anche bene, visto che dopo loro non hanno avuto tempo per fare lo scivolo). Dalla struttura si vedono le persone scendere giù per gli scivoli, pensavo fosse solo una cosa estetica invece la gente scende velocissima. Quelli blu non proprio, ma dallo scivolo bianco la gente scendeva velocissima. Arrivo finalmente in cima e mi capita lo scivolo bianco, il cast member spiega di tenere le braccia dietro la testa e le gambe incrociate per tutto il percorso, visto che l'arrivo in acqua è molto violento. Andiamo bene, penso tra me e me, io sono bravissimo a farmi male sugli scivoli d'acqua quando arrivo in piscina :roll:
Alla fine mantengo la posizione e mi lancio, inizio a prendere sempre più velocità mano a mano che scende nelle eliche, non si riescono a tenere gli occhi aperti visto che per tutta la discesa l'acqua continua a schizzare negli occhi, alla fine lo scivolo rientra nella parte chiusa (quella dello scivolo all'estrema destra), in quel momento non ho capito nulla visto che arrivi ad alta velocità.. so solo che mi sono ribaltato in quel pezzo e mi sono ritrovato schiantato in piscina :lol: Alla fine però non mi sono fatto male, è stato divertente!
Sulla struttura non ti lasciano salire con gopro o telecamere, quindi risulta impossibile scattare foto in cima al faro. Un gran peccato.
Nel frattempo che i miei amici finivano l'attività ho deciso di andare a scattare delle foto e dei video nella parte d'avventura che comprende carrucole (in piedi e seduto), giochi d'acqua (un percorso stile ninja warrior dove se perdi cadi in acqua, verameete fighissimo), una corda sull'acqua da attraversare senza cadere, ed uno scoglio da dove ci si può tuffare da ben 5 metri di altezza. Non l'avessi mai fatto, solo in quel momento mi son reso conto di quanto gigante fosse il parco! Ci ho messo sui 15-20 minuti camminando ad arrivare lì, e dalla mappa sembrava piccolissimo. Una volta arrivato li e fatte due foto son dovuto tornare indietro perchè i miei amici avevano già finito l'attività e dovevamo pranzare.
Dopo pranzo siamo tornati di nuovo nella zona d'avventura, dove ci siamo cimentati in queste attrazioni sopra elencate ( filmate da me con la gopro, le caricherò in seguito). Carine le carrucole, il percorso divertentissimo ma nessuno di noi è riuscito a finirlo. Io ho abbandonato sul barile che girava ma praticamente posso dire di aver quasi raggiunto la fine :P
Invece sulla corda 2 su 3 siamo riusciti a finire il percorso :P
FOTO ESPLICATIVE DA GOOGLE
Immagine
Immagine
Immagine
Dopo di che siamo andati a fare a il salto dallo scoglio, era la prima volta che mi tuffavo da un punto così alto. Però devo dire che è stato molto bello :D L'arrivo in acqua è violento si, ma se mantieni la posizione corretta non si hanno problemi. La risalita è difficilissima, c'è una corda stretta e piccola ed è difficile aggrapparsi.
Abbiamo fatto due tuffi, il mio amico è anche inciampato facendo una caduta assurda.. menomale aveva il giubbotto di Xel-ha altrimenti si sarebbe fatto malissimo con la panciata presa in acqua.
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine


Finiti questi due tuffi indovinate? Era già ora di chiusura, non siamo riusciti nemmeno a fare un quarto del parco. E di attività bellissime ce n'erano tante.. non abbiamo visto i cenote, il floating bridge, le caverne, il fiume, il giro in bicicletta nella foresta.. però per quanto abbiamo fatto ci siamo comunque divertiti tantissimo, e lo consiglierei a tutti.
Dopo il ritorno in hotel ci siamo addormentati, con la stanchezza accumulata di tutti questi giorni. Ma la notte abbiamo deciso di uscire a ballare, abbiamo beccato anche l'open bar a 5 euro :D Siamo stati a ballare in città a Cancun, nella zona hotelera le discoteche a quanto mi hanno detto costano anche sui 100 euro per Cocobongo e compagnia varia.. mentre nella città ti fanno prezzi messicani, infatti di turisti non ne abbiamo visti.
Avatar utente
Messaggio Da lore1991
#353150 Che figo il parco :D Ma quindi uno se volesse vederlo tutto deve stare minimo 3 giorni? Spero esistano biglietti combinati e che non siano 65 euro al giorno :lol:

Comunque photobucket ha cambiato i termini di servizio, non lo sapevo. Ora non fanno più fare hosting su siti terzi, gli stronzi :(