Ciao, per interagire con noi registrati o accedi al forum. Se vuoi rimanere aggiornato

Avatar utente
Messaggio Da colle_alberti
#153915 Sea World è entrato nella mia lista di parchi da fare solo perché non avevo mai fatto un Flying coaster e a primavera come sapete ne avevano piazzato uno bello grosso: MANTA
Mancavo da Sea World Orlando da una ventina d’anni e sinceramente non morivo dalla voglia di rifarlo. Sono quelle cose dalle quali non ti aspetti un granché e invece quando ci sei ti si apre un piccolo mondo. E’ un parco ordinato, pulito, ben organizzato, con una discreta offerta di attrazioni per tutti i visitatori.

La foto di rito, quella all’ingresso con la replica di Shamu, l’orca cosidetta ‘assassina’, non è mancata nemmeno per il mio gruppo. Fatta questa e girata la piazzetta ti trovi davanti Manta, questo nuovissimo coaster assolutamente ‘innovativo’ per me. Tutti quelli che mi seguivano, ormai vaccinati dopo 3 giorni di parchi, avevano sùbito capito che sarei rimasto incantato davanti a questo ‘ottovolante’ e semplicemente mi hanno detto, senza molti indugi: ‘ok, neil, ci vediamo fra un’oretta in questo punto’ segnalandomi una zona precisa sulla mappa del parco. A mala pena ho risposto ‘mmmmssi… ok,’ senza nemmeno guardarli. Neanche i miei nipoti son rimasti con me, sono andati con la nonna e la zia dritti, penso, verso lo show di Shamu, quella in carne, mascelle ed ossa.
Immagine
Certamente non mi sono scomposto, ero estasiato a guardare questo bellissimo coaster nuovo e lucente, così ‘strano’ per me, e ho potuto fare foto e video per aiutare la mia non eccellente memoria, che ogni giorno perde più colpi...
Approfittando che ero finalmente solo, ho girato tutto lo spazio occupato da Manta ammirandone ogni minimo dettaglio. Mi piace guardare tutto, anche i riders di questi marchingegni, cosa fanno, le loro facce, sentire le loro grida, le risate, la paura di alcuni e la gioia di altri… cavolo, mi piace tutto di questi aggeggi!
Immagine
Era domenica ma essendo fine settembre non c’era molta gente. Dopo una 20na di minuti che ammiravo Manta dall’esterno ho deciso di entrarci. La ‘queue’ è molto bella, inizia con una cascata sotto la quale devo passare e subito dopo entro nella fila vera e propria, una ‘caverna’ piena di quadri acquatici viventi dove ci sono migliaia di pesci e ovviamente dozzine di piccole mante che ti danzano davanti agli occhi. Ero praticamente da solo, nessuno vedeva la mia emozione (ne famigliari ne sconosciuti) e questo era rassicurante per lasciarmi andare con sincerità a quello che provavo, non solo per il fatto di trovarmi lì a fare questa famosa Manta ma anche per quello che avevo fatto nei tre giorni precedenti e quello che avrei fatto il giorno dopo. Sono rimasto diverso tempo a guardare le mante ‘volare’. Sono magici questi animali, eleganti e regali. Un bellissimo momento.
Immagine
Poco prima di arrivare alla stazione c’è una bipartizione nella fila per dividere i riders. Ho preso quella di sinistra e sono arrivato alla ‘mia stazione’. C’erano pochissime persone, un paio per ogni fila, più o meno. Questo significava salirci subito e farlo quasi senza rendermi conto di cosa stavo facendo. M’era già successo in altri coasters e non volevo perdermi la sensazione di vedere e studiare prima qualche minuto il treno, la gente e la stessa stazione. Sono rimasto un po’ nascosto all’ombra per non farmi notare dall’addetta che senza dubbio non avrebbe capito il mio atteggiamento…
Immagine
I treni di Manta sono i più bei treni che ho visto in un roller coaster. Di un colore bellissimo, celeste-azzurro e ‘decorati’ con le ali che li rendono veramente unici. Non avevano un graffio, una piccola macchia, perfetti. Poi il ‘meccanismo’ dei Flying mi ha veramente lasciato senza parole. Forse è la genialità della B&M ma tutto era incredibilmente oliato, perfetto, silenzioso. L'unica cosa che sentivo erano le grida delle ragazzine quando i treni le portavano in posizione di partenza. Poi iniziavano a muoversi questi treni, prima quello davanti a me e dopo qualche secondo quello che si trovava nell'altra stazione. Meravigliato lo guardavo sparire mentre prendeva la lift, che maestoso entrava in stazione il terzo treno pieno di gente felice.
Immagine
Sono rimasto lì il tempo di vedere altri due o tre carichi-scarichi in più finché me la sono sentita di salire, era il momento. Prima fila.
Lascio i miei sandali negli appositi cesti sulle ringhiere insieme alla mia macchina fotografica. Mi siedo all'estremità sinistra del treno e aspetto che mi chiudano le protezioni. Arriva la gentile signora addetta a questo treno, per niente giovane (sulla sessantina?) e mi meraviglio come in USA si possa fare qualsiasi lavoro a qualsiasi età. La sedia accanto alla mia rimane vuota e nelle altre due si sistemano due ragazzi nervosissimi ed entusiasti di fare anche loro per la prima volta Manta.

Con un sorriso a 58 denti l'addetta mi chiude nell'abbraccio totale delle protezioni di questo tipo di roller coasters, va nel suo angolo di lavoro e alzando il pollice opprime il bottone che permette al sistema di controllare che tutto sia a posto. Ssshhhhuuu, i sedili si alzano e rimaniamo paralleli al pavimento. Istintivamente guardo in avanti e sento una forte pressione nell'addome e nella testa, fatta di sangue, emozione e anche un pò di paura. Si parte, salita lenta, senza le scale e la rete che comunemente si vedono sotto i piedi nei coasters della B&M (inverted) e questo devo dire mi ha dato un pò fastidio; il vuoto a bassa velocità non mi piace per niente...
Immagine
Manta non è altissima, solo una 40ina di metri come non è neanche molto veloce. Sarà una caratteristica di questa tipologia, immagino. La discesa però è bellissima, e la prima figura, il prezel loop mi ha regalato una sensazione del tutto nuova e per poco non lascio l'anima mentre andavo a interrarmi al suolo, pazzesco!
Il percorso, come dicevo non velocissimo ma con figure belle come i due corkscrew e il line twist, è veramente piacevole, fra cascate (nelle quali anche ti bagni un pochino) in mezzo a molto verde e laghi dove c'è la ormai famosa 'scia' d'acqua che però non noti quasi quando ci sei sopra.
Immagine
Arrivati in stazione ero rosso in faccia, tanto che la ragazza ad un posto più in là da me mi guarda sorridendo e dopo, seria, mi domanda se stavo bene. I'm fine, thanks, this is my first time in this ride, isn't this coaster wonderful? le domando io con un filo di voce. OH YEAH! mi rispondono lei e il fidanzato, in coro tutti e due.
Scendo traballante le scale e ovviamente vado di nuovo a fare la bellissima fila semi vuota per stare ancora con le piccole manta che m'aspettavno. Cinque minuti e di nuovo son salito sul treno ma questa volta in ultima fila: ancora più bello! non ho più sentito la pressione del sangue in testa e me la sono goduta fino in fondo. Fatto altre due volte e dopo via verso il luogo dove avevo appuntamento con la mia famiglia vicino alla vasca degli squali. Dopo far finta di essere molto interessato a quello che avevano fatto loro in quell'ora, dico ai nipoti di venire con me a fare Manta, troppo bella per aspettare ancora un minuto in più. La mamma e mia sorella vanno a vedere i delfini, cosa che abbiamo fatto anche noi ma molto dopo, e ci incamminiamo tutti e quattro, lo zio e tre nipoti, a volare ancora per un pò. Prima fila, volo magnifico e grida di euforia da parte di tutti.
Immagine
'..Ancora zio, ancora; bellissimo!!..' e corsa di nuovo verso la fila ma questa volta con scivolata dello zio davanti a mezzo parco, boccata dolorosa ma forse molto divertente, viste le risate dei miei cari nipoti e di qualche guest irrispettoso verso le persone di una certa età...
Dopo questa figuraccia, altre cinque volte siamo saliti su Manta. Innamorato sono rimasto di questo coaster. Una vera figata.

Dopo siamo andati su KRAKEN, floorless pazzesco (so che sono ripetitivo ma che ci posso fare se tutti sono delle figate della madonna???) Superman a Madrid mi sembrava lunghissimo ma questo è praticamente senza fine.
Immagine
Il Kraken è un mostro marino leggendario dalle dimensioni abnormi; il suo mito ha origini molto antiche, ma si è sviluppato soprattutto fra il Settecento e l'Ottocento, forse anche sulla base dei resoconti di reali avvistamenti di calamari giganti. Viene generalmente rappresentato come una gigantesca piovra, con tentacoli abbastanza grandi da avvolgere un'intera nave. In norvegese, krake indica un animale malsano o aberrante (in analogia alle forme inglesi crank e crook). In tedesco, Krake significa piovra (Wikipedia)
Tornando al nostro coaster, qui al Sea World non rappresenta una piovra ma bensì una Murena gigante e colorata dai denti aguzzi.
Immagine
E' un coaster bello, veloce, pieno zeppo di figure e come dicevo lunghissimo. Da fare e rifare come abbiamo fatto noi, approfittando la poca gente presente in questa domenica di fine settembre.
Immagine
Immagine
Al Sea World ho fatto due coasters veramente belli, assistito a diversi shows interessanti e mi sono informato sul viaggio di una giornata a nuotare con i delfini in mare aperto; sarà fatto la prossima volta...
Journey to Atlantis l'abbiamo fatta un paio di volte ma senza 'isterie' varie. Da fare certamente, ma dopo Manta e Kraken...

Bene, qui la smetto, mi sono dilungato troppo, scusate.
Mancano ancora due parchi da recensire: Disney's Hollywood Studios e niente popò di meno che Six Flags Adventure.
Già troverò il tempo.
Avatar utente
Messaggio Da cucciogbr
#153943 Ti faccio davvero i complimenti per le tue recensioni, filano liscio come l'olio.
Sono anche molto coinvolgenti.
Voglio provare un Flying!
Avatar utente
Messaggio Da colle_alberti
#153949 Grazie Cuccio! come vedi mi sono molto divertito! devo ancora scrivere le ultime due...
Nel frattempo qui c'è il video di alcuni dei coaster che ho fatto :wink:

Avatar utente
Messaggio Da Penny
#153951 Mitico molto molto bello.. e molto molto belli i coaster !!! (alcuni li ho provati anche io :P )
Avatar utente
Messaggio Da RonWeasley
#153963
Penny ha scritto:Mitico molto molto bello.. e molto molto belli i coaster !!! (alcuni li ho provati anche io :P )

No no noi al Great Adventure ne abbiamo provati di più :D
Avatar utente
Messaggio Da utopia86
#153973 Colle aspetto con ansia le ultime "recensioni"! Ogni volta tra foto e descrizioni varie lascio qualche litro di bava sulla tastiera :lol:

complimenti, sai scrivere davvero molto bene e hai reso alla grande le sensazioni che si provano prima di salire su un coaster... Poter assaporare con calma quello stranissimo cocktail di trepidazione,paura ed esaltazione è qualcosa di magnifico.
Avatar utente
Messaggio Da colle_alberti
#154064 Lunedì 28 settembre la giornata è iniziata molto bene. Stanco della povera colazione che offriva il nostro albergo, ho preso sorella e nipoti e siamo andati all’IHOP a fare una scorpacciata di quelle che difficilmente si dimenticano: uova strapazzate, colonne di pancakes, bacon a chili, caffè latte, succo d’arancia fresco e altre delizie che gli americani sono abituati a mangiare la mattina.
Immagine
Il fatto che la giornata ci vedrebbe impegnati in un parco molto soft, il DISNEY’S HOLLYWOOD STUDIOS, significava che non c’erano pericoli di rimpinguarci come maiali già alle 9 di mattina.
Immagine
Una colazione del genere è una di quelle cose che, nonostante viva in Italia già da quasi 20 anni, sento veramente la mancanza. Ma il mio fegato la pensa diversamente. E insieme alle transaminasi impazzite (per non parlare del colesterolo…) mi raccomandano di fare all’italiana: meglio e più saggio un semplice caffè e una insipida briosche (…)

Finito di mangiare siamo tornati a prendere la nonna (mia madre…) in albergo, e inserite le informazioni sul navigatore, siamo partiti in cerca del topo hollywoodiano e dei suoi seguaci. Niente intero Magic Kingdom. Solo uno dei cinque parchi visto che non c’era tempo e soprattutto non c’erano così tanti soldi (e sinceramente parlando, non è che cercavo la magia Disney; volevo solo provare la stra-famosa TOWER OF TERROR e il ROCK'N'ROLLER COASTER –mai fatti-)
Immagine
La Tom-Tona (parlo del navigatore) questa volta non ha sbagliato neanche di un metro e siamo arrivati dritti e senza problemi negli studios della Disney. E anche qui la prima cosa veramente incredibile è stata l’addetto che ci ha ricevuto nei parcheggi e ci ha fatto accomodare sul trenino: avrà avuto si e no 80 anni!!!!! Ma come si fa? Vispo e simpatico il vecchietto; mentre qui in Italia un 70enne già da 10 anni sverna al calduccio, lì te li trovi belli e attivi anche a quell’età… da non credere (oppure sarà stato un animatronic e ci sono cascato… :)
Immagine
Anche per questo parco, come per tutti gli altri fatti in questa vacanza, i biglietti sono stati comprati via internet. Niente fila al botteghino ma comunque perquisizioni all'ingresso e subito immersione diretta nel mondo Disney. Comprandoli così qualcosina si risparmia, ma grazie al fatto di essere residenti in Florida (i nipoti) c'è un vero risparmio di quasi 20 dollari a biglietto.
Come dicevo, il mondo Disney definitivamente si vede e si sente. Al di là se ti piace o meno (va bè, meglio dire se 'subisci' la maggggia disney, perche penso che un pò a tutti piace...) l'ambiente di questi parchi è nettamente diverso da quello degli altri. Io personalmente preferisco gli altri ma devo riconoscere che la Disney fa di tutto per renderli molto 'carini', perfettini e simpatici (non so se detto così sia una cosa positiva o negativa.... a ognuno di voi la scelta)
Immagine
Camminando lungo il solito vialetto d'ingresso pieno di negozi e ristorantini, ti rendi conto che definitivamente la Disney ha fatto scuola. Con le ovvie e logiche differenze, tutti i parchi si presentano nella solita forma. E una delle ovvie e logiche differenze e che qui, anche se camini e cammini, non ti trovi all'improvviso nessun magnifico coaster che ti lascia senza parole...
Comunque, il fatto che io sia un patito di bestione d'acciaio (e legno..) non significa che possa e debba parlare male di questo parco; ci mancherebbe. Ci son voluto venire e non me ne sono per niente pentito. Questo parco offre molte altre cose.
Immagine
La piazza principale, quella con il cappellone del topo-mago, è molto 'carina'. Ampia e ben tematizzata, ti permette da lì organizzare la tua giornata nelle diverse zone che si diramano da questo grande punto centrale. Bando alle ciance, per dirla alla toscana, con i miei due nipoti maschi (la terza nipote era già in volo verso Kansas City, dove studia animazione e ci abita da alcuni anni) ci siamo diretti verso la HOLLYWOOD TOWER HOTEL che secondo le tabelle dei tempi presentava una fila di venti minuti.
Immagine
Sbagliato, era di un'ora bella e buona. Nel frattempo abbiamo prenotato l'unico coaster del parco, il Vekoma indoor che si trova lì vicino, e tornando nella torre ci siamo messi con santa pazienza a far la fila.
Immagine
La torre presenta una tematizzazione molto coinvolgente, polvere e piante secche al punto giusto da farti sentire in un luogo non del tutto abbandonato ma da qualche tempo lasciato al suo destino.
Immagine
Gli addetti ci mettono anche del suo: non so se fa parte del loro lavoro ma presentavano un modo di fare, tra l'annoiato e il terrificante, che non faceva altro che aumentare la curiosità di noi tutti. La scena nell'ascensore, dove ti raccontano come la famiglia è morta mentre tu sei in un ascensore, aiuta a creare l'atmosfera giusta. Arrivati nella sala caldaie dell'albergo, la fila viene divisa in diverse sotto file, ognuna delle quali ferma davanti ad un 'service elevator' che sarà il tuo, quello dove il tuo destino è già segnato.
Immagine
Il ragazzo che ci faceva accomodare nel nostro sembrava uscito da qualche film del terrore: secco, alto, faccia da serial killer e incazzato (oppure come dicevo prima, semplicemente molto serio secondo il programma d'addestramento)
Questa ride l'ho trovata molto ma molto piacevole, tecnicamente senza obiezioni e parecchio divertente. Il percorso, se di percorso posso parlare, lo conoscete tutti. Gli effetti dei fantasmi e del cielo stellato molto belli come anche la parte clue dell'attrazione, il sali-scendi 'improvviso' con le aperture sulla facciata, le grida, le luci, insomma, niente da dire, unica e molto bella.
Immagine
Usciti dalla torre eravamo proprio in tempo per entrare direttamente a fare il rock 'n' roller coaster. Questo launched, che sulla carta presentava diverse cose interessantissime, nella realtà non mi ha fatto sentire nemmeno una.
Immagine
Per cominciare dal lancio stesso, dalle inversioni (inversioni?) la lunghezza (sembra lungo 400 metri..) la musica (ci fosse stata una sola canzone e non 10 allo stesso tempo forse sarei riuscito a sentire qualcosa di 'melodico') il buio pesto, il senso di perdita assoluta (e non solo di tempo visto che nonostante la prenotazione ti fanno aspettare 20 minuti buoni) Insomma, come avete capito, questo non rimarrà nella lista dei miei coasters preferiti.
Immagine
Ma devo dire che la fila che si snoda fra gli studi di registrazione, gli oggetti dei famosi, le partiture e i vestiti, con un sottofondo musicale degli Aerosmith (lì si sente bene e chiaro) non è male.

Dopo aver fatto le uniche due attrazioni 'adrenaliniche' del parco, eravamo liberi di gironzolare dappertutto entrando un pò qua e là, una specie di 'trash tour' solo che molto avanti rispetto a quelli fatti in Europa e in altri parchi americani.
Immagine
Immagine
Muppet Vision (sempre divertenti), Stars Wars (tematizzazione bella ma 3D non esaltante, anche se il robotino che ti 'guida' la navicella è veramente simpatico) diversi shows fatti molto bene (Extreme Stunt Show, Indiana Jones, ecc) e anche la zona della PIXAR, piccola ma con la famosa lampada che mi ha veramente stregato mentre ballava...
Immagine
Altre cose le abbiamo fatte ma sinceramente non ricordo bene i nomi. Non erano male, in Disney anche con queste 'piccole' cose ci sanno fare. Bella anche è la Parade del pomeriggio, con i personaggi ovviamente Disney e Pixar, che come sapete ballano, cantano e fanno rumore coinvolgendo tutto e tutti. I soldatini verdi a grandezza naturale che ballano all'unisono sono veramente fighi.
Immagine
Abbiamo mangiato al 50's Prime Time Cafè, ristorante stile non solo anni 50 ma 'casa americana anni 50', dove tutto gira intorno alla TV in bianco e nero messa in salotto. Cucina tipicamente americana (c'è a chi piace, cioè a me) molto buona. Cara, ma buona.
Immagine
DISNEY’S HOLLYWOOD STUDIOS è ovviamente un parco che vale al pena visitare, disneyani sfegatati e non. Bello e pieno di cose da fare. Anche qui il divertimento è assicurato, per tutti.

Alla prossima (tranquilli, sarà l'ultima..)
Avatar utente
Messaggio Da Frodo
#154070 fino a questo momento sono stato zitto ed ho letto le tue recensioni a bocca aperta, ma mi sembra giusto dirti che sono veramente belle, coinvolgenti e divertenti :D bravo colle
Avatar utente
Messaggio Da RonWeasley
#154073 Mi piacerebbe fare una settimana intera solo a Disney World :(

Un giorno mi sa che neanche vale la pena...
Avatar utente
Messaggio Da lore1991
#154075
Un giorno mi sa che neanche vale la pena..


si infatti :D
prima di visitare DRP non lo avrei mai detto, ma ora lo posso dire con certezza... io passerei 4-5 giorni a disneyland paris, figuriamoci una settimana qui che ci sono ben 6 parchi da poter visitare!!!
Avatar utente
Messaggio Da atreiu
#154077 grazie delle super - recensioni, davvero molto accattivanti e interessanti! A vedere dalla foto la Tower, almeno dall'interno, è uguale a quella di Parigi. A me il rock'n roll invece era piaciucchiato, ma non so se quello californiano sia diverso
Avatar utente
Messaggio Da Samuele
#154089 Non ti meravigliare Colle Alberti, qui in Florida una marea di persone in eta' avanzata lavorano... Lo fanno per mantenersi attivi, e in alcuni casi (come quando lavorano nei parchi) sembrano divertirsi.. :D
Secondo me e' una bella cosa.
Complimenti per le recensioni comunque (peccato per Toy Story Midway Mania...non ne hai fatto accenno, ma penso che ti sia dimenticato perche' secondo me e' una coinvolgente attrazione!)
Messaggio Da lucabello
#154097 Mi stai facendo rivivere le emozioni che ho provato questa estate visitando gli stessi posti.......Universal, Island of adventure, Sea world, la mitica International Drive.......tutte immagini bellissime scolpite nella mia mente......complimenti ancora per il tuo racconto!!!