Ciao, per interagire con noi registrati o accedi al forum. Se vuoi rimanere aggiornato

Se cercate un posto dove parlare di tutto ciò che non rientra nelle altre stanze di discussione, questo è il posto giusto!
Avatar utente
Messaggio Da Mallory
#255627 Come avrete sicuramente letto in giro, l'infallibile e inappuntabile colosso svedese è finito in mezzo ad un brutto scandalo alimentare:
Prima è stata trovata carne di cavallo (non dichiarata) nelle celebri polpette surgelate.
L'Ikea ha negato, ma poi i controlli hanno confermato la truffa alimentare (carne di cavallo fino al 10%) e la vendita del prodotto è stata bloccata.

Qualcuno potrebbe dire: ma dov'è il problema se ti mangi carne di cavallo, anzichè di manzo? C'era bisogno di ritirarle? Il problema sta nel fatto che la carne di cavallo presente nelle polpette Ikea, non essendo dichiarata, non è nemmeno soggetta ai controlli ufficiali. Non proveniendo da macelli autorizzati, consiste quasi certamente in carne di ex cavalli da corsa (piena di antinfiammatori o di sostanze dopanti) o cavalli vecchi (pieni di antibiotici) o malati!

Di certo, quella carne lì non fa bene.

Ma non è tutto. La notizia di oggi è questa: nelle tortine al cioccolato e mandorle Ikea (chokladkrokant) sono stati trovati nientemeno che dei batteri che testimoniano la presenza di contaminazione fecale (batteri coliformi fecali). Sì, avete proprio capito bene. Anche questo prodotto è stato immediatamente ritirato dalle vendite.

Che delusione che l'Ikea, così attenta alle politiche ambientali e sociali, sia scivolata in questo modo. Riconquistare la fiducia dei clienti sul piano dei prodotti alimentari, sarà adesso veramente difficile.
Avatar utente
Messaggio Da lore1991
#255628 Mi dispiace molto per questa faccenda, soprattutto perchè sia le polpette che le tortine erano veramente molto buone! :(
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#255629 Io ho un'idea tutta mia sulla faccenda. Non capisco che beneficio avrebbe un'azienda dall'inserire un 1% di carne di cavallo o di altre bestie al posto di quella di manzo. Cioè, non è che ne uso metà o uso SOLO carne di cavallo che magari mi costa di meno perchè il cavallo è morto e quindi non lo posso vendere. Ce n'è un 1% che non credo dia vantaggio economico all'azienda stessa.

Forse sono troppo buona, ma io ho supposto che l'1% riscontrato fosse perchè usano semplicemente gli stessi macchinari per tritare vari tipi di carne per diversi cibi. E quindi trovarne tracce è molto facile. Tipo quando sui nostri biscotti c'è scritto: contiene tracce di frutta a guscio quando in realtà è un semplice biscotto senza frutta secca, oppure prodotto in uno stabilimento che usa farina di mandorle, ma quel biscotto non ce l'ha negli ingredienti. Sono obbligati a scriverlo per le allergie, ma non è che nel biscotto ci sia il 50 % di quella cosa, intendono tracce perchè i macchinari usati sono quelli.

Poi magari si scopre dalle indagini che la cosa era voluta per ragioni economiche però ...
Avatar utente
Messaggio Da Mallory
#255634 Mah, non sono d'accordo con la tua tesi. Sia perchè la presenza di ingredienti non dichiarati anche all'1% (e ricordiamo che arrivano anche al 10% ma non scendono sotto all'1%) non significa "tracce", ma significa che quegli ingredienti sono parte della preparazione, sia perchè la contaminazione dei cibi non è comunque giustificabile e l'Ikea ne è responsabile di fronte ai consumatori.

Io non voglio mettere alla gogna l'Ikea, ma secondo me il consumatore non deve perdonare facilmente gli episodi di frode alimentare e il boicottaggio è l'unica arma per prevenire questi episodi che restano comunque molto gravi in linea di principio anche se "stavolta non è mica morto nessuno".
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#255635 Si il mio discorso è da una che non è andata affondo nelle cose... però appena ho sentito la notizia non mi sono sconvolta piu di tanto.. questo dicevo... :)
Avatar utente
Messaggio Da Il Cerio
#255651 Premesso che non voglio difendere l'Ikea che anzi mi sta un po sulle balle...
però due precisazioni: lo scandalo legato alla carne equina era relativo a confezioni di lasagne della holding svizzera Nestlè;
discorso Coli fecali: il problema NON è la loro presenza che è assolutamente normale tanto che prevista da specifiche norme, il problema è nella quantità che evidentemente superava il limite tollerato.
Limite per altro che varia in funzione del cibo, ad esempio chiunque assume latte fresco ogni giorno di sicuro assume più Coli fecali che quelli contenuti nelle torte sopracitate :wink:
Avatar utente
Messaggio Da Mallory
#255658 Bè, sul punto 2, non so che dirti: tu dici che è un'esagerazione dei giornali? (A me, nel dubbio, passa la voglia)
Ma sul punto 1, no. Anche le polpette Ikea sono incriminate (mica scrivo cose a caso).

http://www.corriere.it/salute/nutrizion ... bb62.shtml
http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/02 ... ca/511612/

http://www.lastampa.it/2013/03/05/ester ... agina.html
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/ ... d=AbSkvpaH
Avatar utente
Messaggio Da Il Cerio
#255660 oi oi Mallory no no, non te la prendere, non volevo assolutamente creare polemica, so che non scrivi cose a caso.
IO non conoscevo l'implicazione di Ikea anche per lo "scandalo" carne equina, ho pensato (evidentemente male) che si fosse fatto di tutto un po mischiando col discorso Coli :wink:
Invece sull'altro fronte dico che di sicuro i giornali ci marciano sopra, ma il vero problema è nella quantità, non nella presenza.
Per essere più chiaro, in sede di ispezione degli alimenti si vanno a ricercare determinati contaminanti, alcuni NON devono essere presenti, nemmeno in tracce, altri come appunto i Coli fecali sono tollerati sino a certe soglie perchè fisiologicamente presenti.
Farà un pò schifo/strano, ma è la normalità. Un po come se ti dico che la prima via di contagio per le infezioni veneree sono semplicemente le mani...
Tutto qui :D
Avatar utente
Messaggio Da Mallory
#255661 ahahah no, scusa, mi sono espressa male. Dovevo metterci la faccina, perchè non mi sono offesa e non volevo polemizzare con te. E' solo che divento battagliera quando mi si mette in dubbio ;-)

Grazie per la tua spiegazione tecnica <3
Avatar utente
Messaggio Da rollo75
#255670 Concordo con quanto scritta da il Cerio.I coli fecali rientrano nella categoria di carica batterica tollerata:i parametri di misura sono un po' difficili da spiegare,in pratica c'è un numero massimo di colonie tollerate per grammo.Comunque,dove si impiega latte e/o uova,se non vengono rispettate determinate condizioni(es,pastorizzazione non corretta,interruzione della catena del freddo,pulizia insufficiente)è molto facile avere un aumento della proliferazione.
Messaggio Da Vespe
#255676 è il caso di dire.....che torta di merda! :lol:
Messaggio Da babbano77
#256821 Vabbè ma tanto ormai è chiaro che questa carne di cavallo ce la saremo mangiata tutti, la stanno trovando OVUNQUE: nelle lasagne della Findus, nei tortellini della Buitoni ed adesso nelle polpettine dell'IKEA!

Che dire, orma ci saremo fatti gli anticorpi! :lol:

P.S. Mi sa che se facessero delle indagini approfondite sui vari prodotti alimentari in commercio ne vedermmo davvero delle "belle"!
Avatar utente
Messaggio Da Neo
#256900 Le noccioline erano l'ingrediente segreto :lol: