Ciao, per interagire con noi registrati o accedi al forum. Se vuoi rimanere aggiornato

Sezione dedicata ai parchi italiani del gruppo Merlin. Scheda del parco Gardaland
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#292286 Il problema infatti è tutto italiano. Mi stai dicendo che all'estero ognuno si prendere la responsabilità dei disabili che salgono a bordo? Forse si? Si assicureranno magari? Non so... Io vedo un mondo di possibilità in qualsiasi altro parco. Non mi risulta che a Mirabilandia facciano questo tipo di storie...

E anche se fosse... Vedersi un bel titolozzo su un giornale con scritto Gardaland discrimina (anche se legalmente magari non faranno proprio niente) non rovina l'immagine del suddetto parco? Per me è una follia... Ci perdono in immagine per qualcosa che non accadrà mai (ovvero un attacco di cuore di un down autosufficiente e normale in tutto e per tutto su un giro sulla monorotaia)... Orsù :roll:
Messaggio Da yesyesyes
#292299 sulla monorotaia il divieto è dato dal fatto che non ci siano protezioni difatti il volaplano è accessibile. Inoltre a Mira le attrazioni adrenaliniche non sono vietata ma fortemente sconsigliate che vuol dire vai ma sono cavoli tuoi un po' Ponzio Pilato a mio parere.
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#292303 Ponzio Pilato? Ma io non so... Cioè se uno sale su un aereo o sale sulla monorotaia è la stessa cosa. Le compagnie aeree cosa dovrebbero fare... vietare di far salire i down perchè potrebbero slacciarsi le cinture e avere comportamenti pericolosi per l'incolumità altrui...? Stiamo parlando di persone down che vivono come tutti gli altri, hanno un lavoro, amici, famiglia anche... non parliamo di celebrolesi che non distinguono il bene dal male...

Inoltre approposito di Ponzi Pilati. Me la spieghi la cosa che se una persona malata di mente, psicolabile che esibisce il pass ospite disabile in un attrazione come Monorotaia per salire gli viene negato l'accesso MA può benissimo non esibire nulla e salire comunque facendosi la fila normale? Li nel caso in cui un malato di mente decida di buttarsi giù dalla monorotaia cosa succederebbe al parco? Andrebbe nelle grane... NON HA SENSO dare un pass per riconoscere chi può salire e chi non può salire se poi uno lo nasconde e fa quello che gli pare :roll:
E in tal caso vaglielo a spiegare che ha fatto la coda normale perchè c'è il regolamento interno che vieta di far salire quel tipo di disabile... vaglielo a spiegare che NON è colpa del parco perchè il cast member non poteva sapere che fosse psicolabile... Non ha proprio senso...

Infine il colmo è raggiunto dal gruppo di israeliani con problemi comportamentali malattie invalidanti etc.. che un bel giorno d'estate 2013 arriva al parco 2 ore prima e si fa tutte le attrazioni a parco chiuso con chissà quale salvacondotto. Li dove erano le ferree regole di Gardaland?

Accordi segreti che possono abilitare solo loro e gli altri ospiti italiani e non che hanno lo stesso tipo di disabilità si attaccano perchè non fanno parte di un gruppo che chissà come magicamente ha avuto il permesso di avere 2 ore di ERT su tutte le attrazioni proibite?
Il perchè è sottinteso... perchè con la Magic Wand non vogliono fare brutte figure in campo iternazionale... Non vorremmo mica raccogliere i soldi per i bambini malati e poi discriminarli quando vengono a farsi la gitarella a Gardaland... discrimineremo solo quelli che verranno per conto proprio :roll:

Gardaland sta sbagliando punto. Molto meglio "fregarsene" come dici tu oppure lasciare alla coscienza delle famiglie con scarico di colpa eventualmente come dico io invece che fare limitazioni a casaccio.
Messaggio Da yesyesyes
#292304 Lo scarico di colpo non ha nessun valore legale in Italia. Non si può far salire un disabile dopo che ha firmato un documento come lascia passare e dire in caso di incidente cavoli tuoi perchè quel documento non avrebbe valore e il parco andrebbe nelle grane. Il che implicherebbe chiusura dell'attrazione per accertamenti fino a gravi pene. Se permetti mi sembra sensato cercare di restringere al minimo il rischio. E se poi succedesse mai qualcosa cosa si fa? Una class-action perchè il parco non è sicuro? A proposito sai che fine ha fatto la class-action contro il parco del 2010?? E cosa ne pensi degli articoli apparsi sull'Arena di dottori che dichiaravano che il 50% degli affetti da sindrome di down soffre di una sindrome cardiaca congenita non riscontrabile fino alla morte? E come mai la consulta dei disabili di Verona (che ha scritto in prima persona insieme al parco le limitazioni) non si lamenta mai?? Si sta semplificando un discorso molto più complesso che sarebbe risolvibile SOLO con una normativa differente che al momento in Italia non esiste quindi ogni parco si tutela come meglio crede.
Ah comunque prova a buttarti giù da un aereo o dalla monorotaia.....in uno sei chiuso nell'altro non ci vuole proprio nulla.
Discorso Magic Wand tutto ricollegabile ad assicurazioni e scarico di colpe dell'associazione e non del parco.
Con il termine disabile si intendono sia quelli meno problematici sia quelli molto problematici. Cosa facciamo lasciamo al cast member (spesso un ragazzo) decidere cosa fare oppure ci pariamo? Ovviamente la seconda...e sfido chiunque ad essere il responsabile della sicurezza e a fare restrizioni differenti
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#292305
Discorso Magic Wand tutto ricollegabile ad assicurazioni e scarico di colpe dell'associazione e non del parco.


Quindi secondo te non è applicabile la stessa regola per tutti? Mi pare ovvio che trovi una soluzione sensata. O almeno sii coerente e non sbandierare a destra e a manca che aiuti i bambini disabili se poi alla fine della fiera discrimini alla grande. :roll:

Con il termine disabile si intendono sia quelli meno problematici sia quelli molto problematici. Cosa facciamo lasciamo al cast member (spesso un ragazzo) decidere cosa fare oppure ci pariamo? Ovviamente la seconda...e sfido chiunque ad essere il responsabile della sicurezza e a fare restrizioni differenti


Qua non hai colto assolutamente la mia ironia (come peraltro in tutto il mio discorso legato all'aereo. Qua mi sa che non hai colto che è ESATTAMENTE quello che sta succedendo. Ad un ragazzetto 18enne viene lasciato il lavoro sporco di dover dire che lui non sale perchè ha gli occhi a mandorla e l'altro si perchè invece sembra normale... E' coerenza questa?

E' risaputo che Merlin sbandiera a destra e a manca valori di cui di fatto non accetta manco la metà dei principi... E poi fanno gli show di paolo carta dove la natura viene stuprata da uomini in giacca e cravatta... Io di certo non me ne intenderò ma non credo che Mirabilandia in questo momento (come tutti gli altri parchi italiani) stia rischiando di chiudere perchè fanno salire i disabili. Credo che una via migliore per evitare queste figuracce che si traducono in pessima pubblicità (in soldoni) ci sia.

E cosa ne pensi degli articoli apparsi sull'Arena di dottori che dichiaravano che il 50% degli affetti da sindrome di down soffre di una sindrome cardiaca congenita non riscontrabile fino alla morte?


E da quando l'Arena è paragonabile al Science ? E quando mai l'arena va contro i suoi stessi interessi? La provincia di Verona ha sempre voluto un gran bene a Gardaland... chissà perchè :roll: ... è come sentir parlare i medici di parte della difesa di un tribunale... :roll: mi vuoi dire che non ci sono possibilità di dibattito perchè i dottori interpellati dall'Arena sono il verbo della scienza medica?

E come mai la consulta dei disabili di Verona (che ha scritto in prima persona insieme al parco le limitazioni) non si lamenta mai??


Eh quando mai si dovrebbero lamentare questi? Mica sono loro che rappresentano tutte le centinaia di persone che ogni anno arrivano alle attrazioni e intentano una guerra perchè il loro bambino non può salire :roll: Anche qua... Come chiedere al governo italiano perchè non si stia lamentando del fatto che metà degli italiani è sulla soglia della povertà. Perchè la consulta non si lamenta non vuol dire che non ci sia un problema reale di fondo...

Ripeto.. da una che non ne sa proprio nulla di assicurazioni credo che se si spendesse qualche soldo in più per assicurarsi il problema non si porrebbe. D'altronde per una giornata alla Magic Wand ce l'hanno fatta. Quindi o la legge vale per tutti oppure non vale per nessuno.
Avatar utente
Messaggio Da RonWeasley
#292309
yesyesyes ha scritto:sulla monorotaia il divieto è dato dal fatto che non ci siano protezioni difatti il volaplano è accessibile. Inoltre a Mira le attrazioni adrenaliniche non sono vietata ma fortemente sconsigliate che vuol dire vai ma sono cavoli tuoi un po' Ponzio Pilato a mio parere.

Come è giusto che sia! Ognuno si prende le proprie responsabilità!
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#292325 Ripeto la mia domanda da totale ignorante a te che mi sembri ostinato. Non esiste NESSUN modo per potersi assicurare per tale eventualità?

Le responsabilità in caso di morte di infarto di persona che NON è affetta da patologie precedenti su un roller coaster come vengono trattate?
Avatar utente
Messaggio Da peppe2994
#292327 Non ne ho idea ma in ogni caso il parco non c'entrerebbe nulla comunque in quanto ospita l'attrazione. Sono i costruttori che ne rispondono ma ovviamente è una cosa che non può succedere viste le normative che vietano categoricamente l'uso dei coaster a chi soffre di patologie varie.
Avatar utente
Messaggio Da Loris8893
#292328 mmm dubito che una persona non affetta da eventuali patologie possa morire su un coaster totalmente a caso. Anche perchè presumo che comunque un coaster venga progettato per non provocare problemi in nessun caso a nessuno che sia in buona salute.

Non a caso a Raptor per puro esempio agli autoparlanti non informano solo che l'attrazione è vietata ai malati cardiaci, ma dicono: "Ricordiamo che per salire su Raptor bisogna essere in un ottimo stato di salute"....indicando anche il divieto per malati all'ernia, problemi alle ossa, ecc....

Se per puro caso quindi una persona muore su un coaster senza sapere che era affetta da patologie che magari non gli avrebbero permesso di poter salire, a quel punto dopo accertamenti si sarebbe accertato che tale disgrazia è stata frutto di un incidente il quale il parco non poteva assolutamente prevenire (dato che come avete detto voi non viene effettuato un esame cardiaco ad ogni persona che sale su Blu Tornado). Quindi a parte i controlli giudiziari della polizia non credo che il parco debba pagare una qualche multa. O almeno così presumo. :roll:

Che poi facciamo un esempio totalmente assurdo....mettiamo che io sono pazzo....e decido un giorno di prendere e buttarmi giù dalla Flying Island. Allora dato che io volevo suicidarmi è colpa del parco perchè non mi ha messo una rete di protezione a terra in caso di evenienza?

Quel che voglio dire è che se una persona muore su un coaster sebbene ci fossero avvisi ovunque, il parco non può essere incolpato perchè ovviamente non poteva sapere che tale persona era affetta da una qualche patologia. Al contrario, se un attrazione è vietata alle persone con i capelli biondi, ed io CM faccio salire una persona con questa patologia evidente, è ovvio che in quel caso vado nelle grane perchè ho permesso di accedere ad un attrazione vietata alle persone con tale problema.

Ed è appunto per questo che persone con magari problemi cardiaci possono salire tranquillamente senza che nessuno dica niente, ed invece persone disabili che sono visibilmente disabili no. Perchè nel primo caso non è possibile accertare a vista la disabilità, nel secondo caso si. Se poi volete dire che prendere precauzioni dove possibile è razzismo perchè i malati di cuore riescono a fregare i cast member ed invece le persone down no....
Avatar utente
Messaggio Da Artea
#292329 Ragazzi vi state avvitando in un discorso di "se e di ma" un po' sterile. Gardaland ha avuto due incidenti mortali, il ragazzino sceso dal BT, che non sapeva di essere cardiopatico e il ragazzo con handicap caduto da Calci, perché preso dal panico. In entrambi i casi il parco è stato sollevato da responsabilità penali oggettive, tuttavia credo che i responsabili siano del parco siano rimasti comunque moralmente colpiti (come immagino chiunque abbia un po' di coscienza) e questi incidenti abbiano inciso sulla politica aziendale in tema di divieti e limitazioni. Per carità certe obiezioni sono giustificate e ogni divieto "orizzontale" nasconde dei paradossi e delle incongruenze, per tutto si può migliorare, di sicuro il parco non discrimina per partito preso ma perché è rimasto "scottato" in passato.
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#292330 Beh loris è esattamente quello che succede e che ho già detto precedentemente. Dato che non è possibile fare un ecg a tutti e dato che invece la sindrome di down è visibile (ma con persone che conducono vita normale) e dato che un malato di asperger non è visibile nel 90% dei casi e dato che un bambino affetto da autismo non sempre è riconoscibile è puramente accademico quanto inutile fermare i down e non fermare altri miliardi di malati mentali che salgono comunque e che comunque potrebbero decidere di morire di crepacuore, di paura, di impressione o buttarsi giu dalla barca/treno. Per cui è la stessa triste storia del pesce pallino che siccome era troppo ciccione si fermava nelle reti dei pescatori e invece gli altri smilzi e magri passavano tra le reti e non finivano mangiati da nessuno :roll:

Artea, se ne parliamo è perchè è giusto che un dibattito si crei ;) sennò ci chiameremmo un forum di non discussione.
Avatar utente
Messaggio Da Loris8893
#292334 Si ma Hermy quelle persone riescono a passare agli occhi dei cm proprio perchè la loro patologia non è visibile, se fosse il contrario ovviamente verrebbero fermati. Ma non possiamo dire che bloccare chi ha una sindrome visibile a differenza degli altri sia razzismo. Semplicemente se posso prevenire un problema lo faccio, se tale problema passa invece sotto i miei occhi in maniera invisibile c'è ben poco che io possa fare per evitarlo.

...poi si diceva che basterebbe far firmare un foglio in cui la persona si prende la sua responsabilità. Ok, ma scusate: io sono malato di cuore, ed il parco mi fa firmare un foglio in cui io mi prendo la responsabilità di quel che mi può accadere facendo Blu Tornado. A quel punto faccio Blu Tornado e ci rimango secco. Secondo voi il parco potrebbe andare dalle autorità a dire "a beh ma la persona si è presa la responsabilità di quel che faceva" seppure il parco ben sapeva che avrebbe fatto una brutta fine salendo su quell'attrazione?

Anche in questo caso è come se una persona di volesse suicidare, quindi va tipo al ristorante e chiede un coltellaccio per farlo. Allora il ristoratore gli fa firmare un autorizzazione in cui si prende la responsabilità di quel che fa con quel coltello sapendo benissimo che si sarebbe ucciso.

Se il parco fa firmare un foglio e poi la persona muore sul coaster è come se avesse aiutato la persona a suicidarsi tramite autorizzazione :?

O almeno così è come la vedo io. Se qualcuno qui si intende di giurisprudenza forse potrebbe chiarirci la cosa o.0
Avatar utente
Messaggio Da Hermy
#292337 Le liberatorie esistono ma come è gia stato detto non hanno valore in italia (nel resto del mondo credo di si).

Loris il mio questionare con questo sistema come abbiamo già detto è proprio l'assurdità e la non coerenza dei provvedimenti. Si fanno delle regole facilmente aggirabili che colpiscono persone che FORSE avrebbero problemi di cuore (su cui sono aperti vari dibattiti seri e non da psudogiornalisti di provincia) . Io non sto portando avanti delle soluzioni. Ho scritto chiaramente che all'estero non esiste e che in altri parchi italiani non esiste il sistema gardaland.

E sto ponendo questo spunti di riflessione proprio perchè secondo me la cosa può essere gestita diversamente dato che solo a Gardaland si creano casini con associazioni e gente che giustamente si incazza. E come già detto il parco perde in credibilità se poi si viene a sapere che - incoerentemente - fa venire i bambini della Magic Wand e fa fare loro un po quello che vogliono.

Secondo me stanno agendo in modo superficiale punto.
Avatar utente
Messaggio Da peppe2994
#292342 Avendone la possibilità mi sono informato con un medico per tentare di capirci qualcosa in questo vasto, vastissimo campo e dunque, la sindrome di Down causa esattamente ( o quasi) difetti cardiaci una volta su due quindi il 50% di chi è affetto dalla patologia viene escluso senza un reale motivo quando il suo stato di salute fisica è ottimo in quanto la sindrome di down non intacca l'organismo se non per il ritardo mentale e le caratteristiche fisiche.
L'altro 50% nascerà con un difetto cardiaco che è diagnosticabile, di questi:
- Il 40% soffrirà di difetto interventricolare che è fin da subito diagnosticabile tramite un semplice stetofonendoscopio e curabile con facilità, si tratta di un intervento chirurgico di routine uno dei più comuni nei reparti di cardiochirurgia pediatrica. Dopo l'intervento il cuore torna in perfetta forma.
-Il 9% soffrirà di difetto interatriale diagnosticabile tramite gli esami ETE, ETT, TCD e TCCD operabile con metodo standard e percentuali di decesso inferiori all'1% o in modo più sicuro con la tecnica ASO (AMPLATZER Septal Occluder) anche inquesto caso si guarisce completamente.
-L'1 % rimanente invece presenterà la Tetralogia di Fallot che è curabile ma è complicato, non si ottengono quasi mai guarigioni totali e bisogna stare sempre sotto osservazione per cui si tratta di un difetto grave.

Concludendo quindi una volta queste cose non erano diagnosticabili, adesso invece si possono diagnosticare e curare. Tutti i bambini affetti da sindrome di Down che presentano le patologie sopra riportate possono essere operati cosa che avviene nella maggioranza dei casi (basta il consenso dei genitori) quindi del 50% che soffre di malattie cardiache molti da piccoli hanno subito questo tipo di intervento che ne ha permesso la guarigione quindi la maggior parte di chi ha la sindrome di down non corre alcun rischio motivo per cui vietare la fruizione delle attrazioni a queste persone è sbagliato.

Passiamo invece ad un altro punto cruciale, ci sono malattie che causano deformazioni del viso per cui qualcuno che magari ne è affetto si vede negato l'ingresso ad una attrazione quando in realtà ha tutte le carte in regola per usufruirne. Alcune malattie del genere sono:
-Sindrome di Angelman
-Sindrome dell'X fragile
-Leontiasi
-Sindrome eec
-malattia acromegalica
-traumi da ustione di quarto grado

riconoscibili da un medico ma ovviamente non da un CM che nell'incertezza dice no.

Dopo questa piccola parentesi medica se non è discriminazione questa ditemi cos'altro può esserlo...