Ciao, per interagire con noi registrati o accedi al forum. Se vuoi rimanere aggiornato

Sezione dedicata ai parco italiano del gruppo Parques Reunidos: Mirabilandia
Avatar utente
Messaggio Da lore1991
#279362
Ago ha scritto:magicland mi sembra già orientata, gardaland pure, mira è l'unica che non ha ancora una strada ben definita... e se puntasse sullo specializzarsi nelle emozioni forti? non potrebbe essere una chiave di lettura?


E' quello che spero!! :mrgreen:
Comunque io ripeto.. Visto che vanno a spendere ipoteticamente almeno 20 milioni di €, tanto vale mettere un coaster!!
Secondo me però, a meno che non si punti su una tematizzazione stratosferica (tipo Atlantis Adventure, tralasciando che il coaster di per se è un aquatrax), difficilmente si arriva a 20 milioni di € con un prodotto tutto sommato piccolo quale è un water coaster Mack...
Però è vero, potrebbe anche essere una nuova area con più attrazioni distinte.. Ma sinceramente spero ci si concentri su una sola che sia decisamente adrenalinica (meglio se coaster ovviamente)...
Mi viene da piangere però a pensare che con un investimento così (probabilmente il più alto dopo l'apertura del parco, no?) ci uscirebbe un Eejanaika, ma che al 99% non sarà questa la novità :'(
Avatar utente
Messaggio Da Andrea262
#279363 Se proprio non vogliono investirli in un 4D spero almeno che la metà venga usata per fare un bel restyling del parco e ritematizzazione di alcune attrazioni/zone, mentre l'altra metà per una flat ride, tipologia che a Mira manca, magari un Giant Frisbee a tema Reset... SBAV
Avatar utente
Messaggio Da MacMan
#279364 io voto per un pandora's box ! voglio provare quell'affare diabolico ! e non credo costi tutti sti soldi...
Oppure un bel dive coaster ! *sbav*
Avatar utente
Messaggio Da Andrea262
#279365 Ma perché volete tutti una dive?
A me, a meno che non sia come SheiKra, non ispira quasi per niente... :?
Ultima modifica di Andrea262 il mer giu 22, 2011 3:11 pm, modificato 1 volta in totale.
Messaggio Da niko75
#279366 secondo me... a parte la grande novita' 2012 ,dovrebbero anche dare un po' piu' di scenografia al parco.. ne ha veramente bisogno :? comunque io opterei per un HYPER B&M ma ci credo poco che mira puntera' un altro coaster prossimo anno..
Avatar utente
Messaggio Da lussuria
#279367 Dico la mia: Se mira vuole risalire deve adattarsi al target Gardaland-Rainbow..... (Non disprezzo mira, ma solo per i coaster) Almeno in Italia, un giovane non porta utili come per una famiglia e visto che siamo ancora in crisi bene o male e di giovani disoccupati ce ne sono tanti purtroppo, Non credo sia una buona scelta puntare solo sull'adrenalina, per quanto la cosa attiri a tutti noi.......
Avatar utente
Messaggio Da lussuria
#279368 Qualcuno mi conferma o smentisce che la catena six flag non stia andando alle stelle....!?
Avatar utente
Messaggio Da lore1991
#279369 beh, i loro parchi principali fanno più ingressi di Gardaland, fai te :wink:

Comunque non ricordo dove ma avevo letto che alla fine non è vero che sono solo le famiglie a portare utili.. Spesso anzi sono quelle che spendono meno ad esempio sul mangiare, perchè si portano le borse frigo e robe varie da casa.. Inoltre se pensi ai giochi a premi e ai gadget, non sono di certo solo le famiglie a comprarli, anzi... E il v-pass? Anche quello credo sia utilizzato in maniera equa da giovani e famiglie! Boh secondo me il mito che i giovani non spendono nulla all'interno del parco è un po' falso :wink:
Avatar utente
Messaggio Da lussuria
#279371 prova a fare un confronto tra quanta gente percentualmente può salire su Mammuth (target famiglia) e quanta ne potrebbe salire su un'accelerator coaster della Intamin...
Ora bastano due semplici calcoli tenendo sempre presenti le percentuali, facendo un semplice esempio:
Un parco che segna 1.000.000 di visitatori avrà un 80% di ospiti in grado di usufruire dell'attrazione "Family" e un 40% (scarso) di persone che saliranno su un coaster (neppure troppo estremo, perchè altrimenti la percentuale cala ancora).
Ora, supponendo un investimento di 10 milioni di euro per ognuna delle due attrazioni si desume che si avrà un costo/pro-capite di 12,5 euro per il "family" (80% di un milione sono 800.000), mentre per il coaster molto adrenalinico si sale a 25 euro.
Se poi consideriamo che i grandi coaster costano molto di più delle attrazioni "family", possiamo tranquillamente calcolare che l'investimento per ogni ospite (nel campo della pubblicità si chiamerebbe costo/contatto) salirebbe ad un rapporto di almeno 1:4 in favore del "Family".
In soldoni (appunto, perchè di questo si sta parlando e non di pizza e mozzarella), facendo questi conti della serva un parco rientra teoricamente dall'investimento per il target adolescenti/adrenalinizzati in 5 anni, mentre con la famiglia in nemmeno 2.

Statisticamente i parchi propendono sempre per la realizzazione di attrazioni per famiglie.
In passato qualche parco ha tentato di rivolgersi fortemente al mercato dei giovani (vedi Six Flags Holland o lo stesso WB Madrid), ma con risultati deludenti.
Ciò non significa che in Europa non si faranno più attrazioni adrenaliniche (Europa Park per il 2009 proporrà un coaster di tutto rispetto e la stessa Mirabilandia vi stupirà), ma solamente che un investimento di questo tipo viene fatto con molta meno frequenza per le ragioni che ho tentato di spiegare sommariamente nel post precedente.
C'è poi un'ulteriore considerazione da fare, che può spiegare perchè a volte si realizzano attrazioni "forti" anche se economicamente non sono poi così convenienti nel famoso rapporto "costo per utente" e cioè l'impatto mediatico che hanno su TUTTO il pubblico.
E quindi il ragionamento dei manager del parco diventa il seguente: "Ok, ci costa una cifra, ne usufruiranno percentualmente in meno, il rientro economico per l'attrazione nello specifico non ci sarà, ma però realizziamo qualcosa che diventerà un motivo d'attrazione anche per chi non vi salirà mai. Qualcosa di cui la gente parla".
Il valore dell'investimento quindi va a risiedere nel prestigio, nella considerazione e nell'attenzione che susciterà il parco sui media e soprattutto sul pubblico anche generico.
Questo si traduce in un numero maggiore di ingressi (o ne evita l'emorragia se è un momento di crisi) e dunque lo scopo di perseguire un risultato economico si raggiunge (o si spera di raggiungerlo) ugualmente.
Ma questo, mi ripeto, accade solo ogni tot numero di anni.
Non dimenticatevi mai di quanto è successo a Mirabilandia dopo la realizzazione di Katun: per diversi anni il parco si è praticamente bloccato sul fronte delle nuove attrazioni e questo perchè i costi enormi sostenuti non hanno avuto il riscontro che ci si aspettava.
Avatar utente
Messaggio Da Ago
#279372 Europapark 2009? hai sbagliato a scrivere?
ma che rispetto agli anni del katun la mentalità della gente sia un po' cambiata non può essere? alla fine ispeed ha portato tantissima gente in più nel parco... poi io inizierei a guardare anche il fattore concorrenza, come scrivevo più in su, se tutti si specializzano nella stessa cosa ci si tira la zappa nei piedi...
Avatar utente
Messaggio Da lussuria
#279373 invece aumenterebbe in modo positivo la concorrenza...........
Avatar utente
Messaggio Da lore1991
#279374 ma quel ragionamento di chi è? Risale a prima della costruzione di iSpeed, no? :wink:

Comunque non lo condivido affatto, e poi dipende sempre da cosa si considera un'attrazione per famiglie... Perchè negli USA un qualsiasi coaster, per quanto adrenalinico, può essere per tutta la famiglia (nel senso che ci saliranno indipendentemente i bambini di 6-7 anni o gli adulti di 40), e l'unica cosa che ti può frenare dal salirci è la paura, ma quella è indipendente dall'età! Ovvio che per i bambini di 3 anni (o meglio, per quelli che non arrivano ancora alle altezze minime richieste), servono attrazioni a target più familiare, però questo non vuol dire che i coaster debbano essere necessariamente considerati roba da fare dall'adolescenza in poi!