Ciao, per interagire con noi registrati o accedi al forum. Se vuoi rimanere aggiornato

tutti i parchi del mondo in una sola stanza!
Avatar utente
Messaggio Da peppe2994
#361541 A fine Agosto sono stato al parco per la terza volta e sono rimasto impressionato dai passi avanti che questo parco continua a fare, installando anno dopo anno aree ed attrazioni che in Italia ce le possiamo sognare, ma andiamo con ordine.
Raggiungibilità e logistica
La cosa più importante. Sebbene disti ben 300 km da Parigi, il parco ha la sua stazione TGV, solo Disneyland Paris può vantare un simile lusso in Europa. La linea è la Parigi Montparnasse - Poitiers, questo si traduce in poco meno di due ore di treno da Parigi. Attualmente il primo treno è alle 7:30 da Parigi ed alle 19:30 la sera al ritorno, troppo poco per un parco dove due giorni volano via in leggerezza e che chiude alle 23 in alta stagione, ma ha orari molto generosi anche in bassa stagione contrariamente a molti altri parchi che hanno rivisto pesantemente i propri orari.
Per quanto riguarda il capitolo logistica, il parco ha non meno di 10 hotel situati a meno di 10 minuti a piedi dall'ingresso del parco, uno anche con ingresso diretto al parco. Per me resta un mistero come sia possibile un numero simile di hotel (da 1 a 4 stelle) in una zona che al livello turistico non ha assolutamente nulla se non il parco stesso, eppure sono tutti lì, da tempo a parte un paio di cambio gestione.
Le attrazioni
Qui immagino risieda il motivo per cui Futuroscope o lo si ama o lo si ignora. Il parco fino al 2019 non aveva né una flat ride adrenalinica né un roller coaster, eppure ad oggi conta la bellezza di 39 attrazioni (22 per bambini, 17 per tutti) e 3 spettacoli.
Attrazioni per bambini
Partiamo dai bambini, qui il parco ha fatto passi in avanti incredibili. Negli anni ha ampliato e potenziato fortemente l'offerta. Oggi tutte le 22 attrazioni sono raggruppate in un'area enorme di 30.000 mq chiamata Futuropolis, talmente ricca che sulla mappa del parco è illustrata anche a parte ingrandita. Dentro c'è il mondo, dall'area giochi con la sabbia, alla piramide di corde, ad alcune chicche quasi introvabili come il Butterfly, ma anche diverse flat ride senza che queste siano mai banali o buttate lì, quindi c'è ad esempio Pompieri o quella divertentissima con i gommoni in acqua a tema salvataggio, ma niente di anonimo. Questo è un concetto importante, che poi essenzialmente è ciò che distingue Futuroscope. Altra cosa, in altre parti del parco ci sono ben tre playground, anche questi grandi e splendidamente tematizzati, che neanche figurano tra le attrazioni, quando in realtà lo meriterebbero.
Poi altra chicca, l'area è ribassata rispetto al resto del parco, quindi a chi non interessa, può splendidamente ammirarla dall'alto e tirare dritto verso altre mete grazie a diversi percorsi sopraelevati che regalano viste sul parco magnifiche.
Voto: 9
Attrazioni per tutti
Una cosa interessante. Tutte le attrazioni e gli spettacoli sono numerati, e questi numeri non cambiano mai, da anni. Questo ha un vantaggio enorme dal punto di vista pratico, in particolare nella segnaletica sparsa per il parco, super presente e chiara dove le attrazioni più lontane vengono indicate solo con il numero in modo che siano tutte presenti senza appesantire i cartelli.
1)Chocs Cosmiques è un planetario con filmato, ma non di quelli scarsi come Magicland, piuttosto un planetario vero, con lo schermo a cupola sul tetto, proiezione sull'intera superficie e sedie rigorosamente disposte in modo circolare ed inclinate per guardare in alto. Quindi top. Prima del planetario vero e proprio è presente una mostra indoor su una sala unica, il cui unico obiettivo evidentemente è quello di intrattenere tra una proiezione e la successiva. Niente di pesante. Negli anni il filmato è cambiato, quest'ultimo sulla formazione di stelle e pianeti mi è sembrato anche meglio di quello che c'era prima. Sebbene il tutto sia tecnicamente ineccepibile, il mio voto sarà basso perché 23 minuti sono troppi e l'attrazione non è per niente ripetibile oltre che potenzialmente soporifera.
Voto: 6
2)La Vienne Dynamique
Splendido simulatore con poltrone indipendenti a coppie. Sincronia con il filmato perfetta, durata incredibile,12 minuti, e c'è anche la sala d'attesa prima, che non è un preshow, ma una forma d'intrattenimento con la cascata d'acqua variabile che consente di disegnare le forme. Suggestivo, raro dentro i parchi. Il filmato, divertentissimo, ed in 4K. È la storia di una persona in ritardo per il suo matrimonio che si cimenta in una improbabile corsa per arrivare in chiesa. L'avventura ha luogo tra paesi e panorami del dipartimento Vienne, dove il parco è situato.
Voto: 7
3)La Machine à voyager dans le temps (la macchina del tempo) è tra le attrazioni veramente imperdibili del parco. Si tratta di una dark ride non convenzionale, in quanto si sviluppa su un percorso circolare suddiviso in settori, ognuno ispirato ad un'epoca (tranne l'ultimo). Si fa uso sia di schermi 3D che scenografia reale, ma hanno un ruolo rilevante anche le sedute mobili del vagone. Scenografia eccellente sia a bordo che in coda, nella prima sala ci sono i ritratti che si muovono, stile coda di Forbidden Journey o Phantom Manor, la seconda sala interna invece presenta una cura della tematizzazione in stile museo livello Disney. Ultimo ma non meno importante, il viaggio nel tempo è accompagnato dai Rabbids, oggi non sono famosi come ai tempi d'oro del videogioco Rayman, ma per chi li conosce avrà capito che l'attrazione ha un'impronta molto comica.
Voto:8
4)L'extraordinaire Voyage è un altro cavallo di battaglia del parco, inaugurata nel Natale 2016 è l'attrazione con cui il parco ha praticamente preso il volo verso l'olimpo dei grandi parchi. È un Flying theater, per capirci il modello identico a quello di Cinecittà World, con la piccola differenza che quello nostrano è brutto, questo davvero bello. La differenza sta tutta nel filmato, non a caso Futuroscope ha speso 12,5 milioni di euro, cifra più che doppia rispetto a quanto dichiarato da Cinecittà World. Buona parte di questi soldi è andata per la creazione di un filmato animato di ottima qualità nonché sui proiettori. 6K di risoluzione complessiva ottenuta con cinque proiettori 4K. Anche l'audio e superiore e neanche a dirlo, gli effetti, acqua ed odori. Ah, non si vede il tetto. Altra cosa interessante da notare è che hanno sfruttato intelligentemente l'esistente. Le persone entrano quindi già ad altezza piattaforma di simulazione. Non sono quindi necessarie né scala né ascensore per raggiungere il punto di ingresso in sala.
Voto:8
5)L'arena Fun Experiences è un grosso padiglione contenente tre grandi scivoli, di quelli da fare con il tappetino. Divertentissimi. Sono presenti anche una serie di altre attività interessanti come le postazioni gioco PS4 ( a decine) fisse e con volante per i giochi di macchine, la sala con i laser da evitare, il test dei riflessi psicomotori e carica lo smartphone pedalando.
Voto:7
6)Dynamic! è un simulatore con postazioni da quattro indipendenti. Lo chiamo simpaticamente il simulatore massacrante. Questo è il suo obiettivo e lo fa egregiamente. Esistono due famiglie di simulatori, ok il simulatore movimentato, ma Dynamic, va oltre, con un filmato velocissimo (su una corsa) ed un continuo scuotere le persone violentemente in modo veramente impressionante (gli inglesi direbbero "insane"). Collegamento triste: l'ultimo tunnel è molto simile alla coda di Space Vertigo. Indovinate che ha fatto Futuroscope ? Ha sostituito tutto con proiettori e schermi LCD.
Voto: 7
9) Sebastien Loeb Racing Experience è un'altra attrazione rivelazione. La prima vera attrazione in VR bella che ho provato, alla pari con Darren Brown Ghost Train di Thorpe Park. Si tratta di postazioni simulatore singole indipendenti esattamente a forma di sedile per macchina rally, equipaggiate con un bel visore oculus rift e cuffie. Esperienza fantastica, davvero immersiva. C'è anche una storia solida ed interessante, spiegata nel preshow. Ha a che fare con un gas tossico ed il compito del pilota rally è quello di portare l'antidoto in ospedale nel più breve tempo possibile. Davvero complimenti. Così si realizza un'attrazione VR, non come le infinite stupidaggini che si sono viste in questi ultimi anni.
Voto:8
12) Gyrotour è la torre panoramica. Qui è un no. Il panorama sul parco bellissimo, ma va detto che è vecchiotta e si vede. Poi è troppo decentrata rispetto al parco, ed è l'unica attrazione a non avere una queue line fatta bene.
Voto: 5
13)Dans les Yeux de Thomas Pesquet ha lo stesso problema dell'attrazione numero 1. Si tratta di un cinema IMAX laser 4K bellissimo, dentro un edificio splendido, il filmato è pure interessante (astronauta nello spazio), ma 25 minuti sono troppi, quindi non ripetibile.
Voto: 6
15)L'era Glaciale. Medesimo filmato di Gardaland, ma trattato bene. C'è una sala preshow tematizzata dove nell'attesa proiettano i corti su Scrat, il filmato invece si guarda in piedi (ma appoggiati) e questa è una cosa davvero interessante, perché in questo modo hanno implementato gli effetti con il pavimento che si muove, inoltre non hanno lesinato sugli effetti presenti in quantità, soprattutto la neve.
Voto:7
17)Objectif Mars, ed arriviamo alla novità 2020. Il più grande investimento nella storia del parco. Al solito i video possono essere ingannevoli. I difetti che si notavano sugli esterni e che ho scritto nel primo messaggio di questo topic restano e non c'è niente da fare, questo è un vero peccato. Ma se ci spostiamo all'interno è tutto davvero bello e curato. La queue line è tematizzata, e c'è anche un fantastico bagno capovolto a 180° sul tetto. Top. Andando sul tracciato, l'interno è bellissimo. Sono tutti effetti veri. Nella prima sala ci sono tre lanciafiamme e si sente un bel calore, la seconda sala anche questa davvero il massimo. Pensavo che i fulmini fossero simulati, invece hanno montato davvero le bobine di Tesla dentro due gabbie di Faraday, e chi le conosce sa quanto siano spettacolari. Segue il lancio inclinato con effetto fumo, quindi anche qui cura ed attenzione ai dettagli. Il percorso è di quelli che mi piacciono particolarmente, zero adrenalina ma estremamente divertente, mai banale tenuto presente che la rotazione dei vagoni è libera, quindi non si fanno mai due giri uguali, questo vale anche per il secondo lancio, dove ci si può trovare in qualunque posizione. L'esperienza termina con la caduta della Intamin ormai molto diffusa. Segnalo che adesso le porte si chiudono, quindi avviene abbastanza al buio, inoltre chicca nerd, è possibile vedere splendidamente bene tutto il sistema di caduta, in quanto subito dopo ci sono i freni finali, ed anche qui per non farsi mancare nulla c'è una proiezione finale. Quindi in definitiva attrazione promossa, ma con i difetti che ho detto, che comunque può capitare casualmente di non vedere a seconda della posizione del vagone.
Voto:8
19)Arthur, L'Aventure 4D è un'altra attrazione imperdibile del parco. Si tratta di un simulatore su vettura con schermo a cupola e filmato chiaramente 3D. Estremamente fluido, immersivo e ricco di effetti. Da segnalare anche la queue line con un livello di dettaglio identico a quello della coda di Europa Park, ma leggermente più in piccolo.
Voto:7
20)Dance Avec Les Robots, geniale. La si trova nei parchi Legoland, l'ho provata sia in Germania che a Billund e rispetto a questi quella di Futuroscope è, guarda un po' il caso, superiore. Si tratta di un braccio robotico (10) che strapazza le persone con tre livelli d'intensità. Futuroscope ha aggiunto una coda tematizzata con video musicali ed ha tematizzato anche la sala dei robot che vanno non a caso ma a suon di danza con un certo numero di canzoni casuali di un artista famoso di cui non ricordo il nome.
Voto:9
21) Le Monde de L'invisible, ultima attrazione che descrivo, è un teatro IMAX Dome. Tra tutti è quello che ha il filmato molto più interessante. Anche questo 25 minuti, ma non è soporifero. Si tratta di una panoramica spettacolare di ciò che non si vede o perché troppo lento, troppo veloce o troppo piccolo. Davvero interessante.
Voto:7
Gastronomia
Ed anche qui il parco sembra puntare all'eccellenza. C'è l'Aerobar, a prezzi onestissimi, e già solo questo è tanta roba, poi abbiamo il self service classico, ristorante con cucina italiana (fanno anche le pizze), ristorante con cucina francese locale, ristorante con piatti gourmet, ristorante con servizio misto (dolci ed antipasti self service e piatto principale super abbondante preparato al momento e servito al tavolo tra otto scelte), fast food classico con hamburger e kebab.
Inoltre sono previsti numerosi punti vendita panini (molto buoni) con dessert e bibita a € 10,quindi davvero onesti anche sui prezzi. È possibile ordinare in quest'ultimo caso anche tramite l'app del parco e ritirare, cosa interessante, ma comunque abbastanza inutile.
Da precisare che nella mappa del parco è tutto segnato e spiegato con tanto di prezzi ed orari d'apertura, aggiornati giornalmente.
Merchandising
Ci sono nove negozi, e sostanzialmente ognuno vende le sue cose inerenti l'attrazione , tranne quello all'ingresso, il più grande, che come molti parchi ha un po' di tutto (ma non tutto). L'offerta è vasta, io ho trovato parecchie cose interessanti. C'è davvero tanto sia a tema generico che con il marchio del parco. Da segnalare sempre all'ingresso principale il negozio esclusivamente alimentare che vende prodotti tipici locali, come fa Tripsdrill.
Tematizzazione
Su questo non dico molto. Piuttosto vi consiglio di guardare qualche foto. Futuroscope ha costruito il suo successo grazie alla struttura a padiglioni indipendenti, tipo expo, ma non alla Magicland, posizionati a caso e completamente visibili. Qui hanno tutti un'architettura ricercata, e sono totalmente curati su tutti e quattro i lati. Da notare che non è corretto parlare di tematizzazione, è proprio un discorso puramente architettonico, concetto del tutto assente nella stragrande maggioranza dei parchi. Soltanto la Disney con l'Epcot originale adottò questo approccio, e direi anche nel caso di Tron. Come altri esempi mi viene in mente soltanto Europa Park con Euro Mir ed il Foodloop.
Da segnalare poi la presenza di un gran numero di cose interessanti sparse in giro per il parco, ci sono tante sculture ed opere d'arte moderne, ma anche il giardino delle piante carnivore, il percorso didattico sulle energie rinnovabili ed aggiungo anche i prati verdi per i pic nic ed i pisolini pomeridiani. Il parco è stato evidentemente strutturato per essere appetibile anche a chi delle attrazioni non frega nulla e vuole solo passeggiare e riposarsi in un'area verde curata.
Spettacoli
7) Les Mysteres du Cube mi è piaciuto tantissimo. Si tratta di uno show molto incentrato sul 3D mapping sull'intero palco, in cui si esibiscono soltanto tre persone con numeri sui tappeti elastici ed il tessuto aereo. Per capirci, l'ho visto tre volte in due giorni. Teatro sempre pieno, con ben sei spettacoli al giorno. SEI.
8.) Illusio è uno spettacolo di magia, di quelli non banali. Mi ha ricordato moltissimo quello che facevano a Gardaland. Sostanzialmente a parte due trucchetti iniziali fa tre numeri, soltanto che sono tre numeri di magia veri, a dir poco impressionanti. E qui non aggiungo altro, dico solo che è possibile partecipare allo show inviando la propria foto prima dello spettacolo, in particolare i bambini.
C'è anche tanta comicità, apprezzabile anche da chi non capisce molto il francese, quindi pensata bene anche visivamente.
Anche stavolta 6 spettacoli al giorno.
10) La Forge Aux Etoiles è lo spettacolo notturno, proposto ben due volte al giorno in alta stagione. Basterebbe dire che è stato sviluppato dal Circque du Soleil per capire di cosa stiamo parlando. Anche questo bellissimo, ci sono tre muri d'acqua, proiezioni enormi, led wall, cascate d'acqua, laser, fuochi d'artificio, fontane ed anche elementi scenici importanti...e c'è una storia, di quelle vere, non a caso. Cosa non meno importante, l'arena in cui lo spettacolo si svolge, enorme, direi almeno 4.000 posti, quindi qualcosa di adatto e comodo per gli ospiti che non devono piazzarsi un'eternità prima per il rischio di non trovare posto.

Direi che può bastare. Ci tenevo a scrivere un papiro perché ritengo che questo parco sia troppo poco noto.

Piccola parentesi Covid
A margine, quest'anno c'è il covid-19. La politica del parco è stata molto, molto superficiale. Mascherine obbligatorie solo varcato l'ingresso dell'attrazione e/o spettacolo. Gel igienizzanti presenti ma senza invasione stile Disneyland Paris, un posto libero tra i gruppi in tutti i teatri, ma non sulle attrazioni, spesso per iniziativa delle persone ma non per obbligo da parte del personale. Distanziamento in coda inesistente, se non risolto facilmente con l'avviso all'ingresso sul mantenere un metro di distanza. Dire che questa cosa non è stata rispettata neanche per sbaglio è un eufemismo, ma mica solo dalle persone, prendiamo per dirne una l'extraordinaire Voyage, tutti accuratamente inscatolati fino alla portata massima dentro le sale preshow. Non parliamo poi dell'attrazione VR, con i visori disinfettati in modo non sistematico. Detto in due parole, non mi sono sentito per niente sicuro, ma d'altronde il parco è in buona compagnia. Potrei fare lo stesso discorso per Park Asterix comunque. Tant'è che al ritorno ho fatto comunque il tampone perché l'esposizione al rischio è stata in svariate occasioni lapalissiana.

Scusate di nuovo per il post infinito, ma ritengo possa essere utile.