Ciao, per interagire con noi registrati o accedi al forum. Se vuoi rimanere aggiornato

tutti i parchi del mondo in una sola stanza!
Avatar utente
Messaggio Da peppe2994
#358023 Dai, per spostare l'ingresso ci vuole al massimo una settimana di lavoro.
Tra l'altro sarebbe estremamente semplice da ricostruire.

Quello che propongono è il modello Portaventura, che giustamente ha separato i parchi.

Che poi c'è anche un altro enorme vantaggio. Sfruttare l'attuale parcheggio significherebbe una distanza maggiore dal paese, quindi residenti contenti e limiti di altezza e rumore potenzialmente più elevati.

Ripeto, scelta assurda.
Avatar utente
Messaggio Da Maite-nageur
#358027 Ho la relazione del rapporto completo, analizzerò e inserirò gli elementi essenziali, durerà un po 'perché il rapporto è di 107 pagine...Lasciatemi un po 'di tempo :( :lol:
Avatar utente
Messaggio Da Maite-nageur
#358029
peppe2994 ha scritto: ...
Maite, dalle immagini mi sembra di capire che l'attuale parcheggio rimanga. Non darebbe più logico abolirlo ed utilizzare l'area per l'espansione, spostando quindi il parcheggio altrove ?
Per la conformazione di Efteling fare il contrario mi sembra del tutto privo di senso. la soluzione in foto è più adatta ad un secondo parco piuttosto che ad una espansione.


Questo è precisamente uno degli sviluppi previsti nel piano (nella phase post 2025)

Nuovi parcheggi nella zona ovest : gli attuali parcheggi diventano (in parte) una nuova area per il parco - con probabilmente aggiungendo altri parcheggi fuori dal parco con sistema di trasporto verso il parco

Immagine
Avatar utente
Messaggio Da SimGy
#358031 Sì...ma verrà utilizzato solo 1 ettaro e mezzo di parcheggio se guardiamo sulla mappa postata da Maite.
Avatar utente
Messaggio Da SimGy
#358159 Buone notizie: il piano di espansione è stato approvato, e subito è stata annunciata una nuova fiaba nella foresta: i sei cigni (con tanto di piccola dark ride su barche :) )
Immagine
Avatar utente
Messaggio Da Maite-nageur
#358162 Efteling ha deliberatamente scelto una storia relativamente sconosciuta.
I Sei Fratelli Cigni (dei fratelli Grimm) sarà la trentesima favola nel Bosco (Sprookjesbos). Entrerà nell'autunno del 2019, la costruzione inizierà a fine ottobre - La costruzione costa quasi 2,5 milioni di euro - La foresta delle fiabe sara estesa verso il parcheggio e tra le altre cose, uno stagno deve essere disposto.
La fiaba è disegnata da Sander de Bruijn (Raveleijn - Baron 1898 - Symbolica). Sara la prima fiaba nella foresta che ottiene un sistema di trasporto sotto forma di barche di cigno che navigarano attraverso un castello. Le barche sono principalmente destinate ai bambini piccoli; i visitatori più anziani possono entrare nel castello a piedi.



La storia : Sei fratelli del primo matrimonio di un re sono stati trasformati in cigni dalla loro matrigna. I fratelli possono riprendere le loro forme umane solo per quindici minuti ogni notte. Per liberarli, loro sorella Elisa dovrebbe realizzare sei camicie in maglieria da astri e non può parlare o ridere per sei anni. , altrimenti l'incantesimo non si spezzerà mai. Il re di un altro paese la trova, è colpita dalla sua bellezza la sposa. Quando Elisa, ora regina, riceve il suo primo figlio, la cattiva suocera della madre porta via il bambino e accusa la regina di distruggerlo. Poiché non è in grado di difendersi, la regina è condannata a essere bruciata sul rogo come strega. Il giorno della sua esecuzione ha tutte le camicie per i fratelli. Solo l'ultima maglia manca ancora della manica sinistra. Quando viene portata al rogo, prende le camicie e quando sta per bruciare, i sette anni sono finiti e arrivano i sei cigni. Getta le camicie ai suoi fratelli e loro cambiano nella loro forma umana. Solo un fratello ha un'ala sinistra invece di un braccio. La regina, che ora è libera di parlare, può difendersi dalle accuse. La suocera arrabbiata è legata al palo per punizione e bruciata. Il re e la regina con i suoi sei fratelli visse per molti anni in pace e felicità.
Ci sono molte varianti della storia, così come fiabe simili tra cui "I cigni selvaggi" di Andersen.